Molto pericolosa, poiché da un sorpasso azzardato o sbagliato può derivare l'incidente più pericoloso, l'urto frontale o semifrontale.
Meglio aspettare, essere sicuri e sembrare pavidi piuttosto che ostentare il coraggio dell'imbecille che mette a repentaglio la propria vita e quella degli altri. Anche il Codice della Strada è molto preciso all'articolo 148 sulle modalità con cui compiere la manovra. Modalità che molti automobilisti dimostrano di non conoscere.

Chi si appresta a sorpassare deve infatti accertarsi preventivamente:

a) che la visibilità sia tale da consentire la manovra senza costituire pericolo o intralcio;
b) che il conducente che lo precede nella stessa corsia non abbia segnalato di voler compiere analoga manovra;
c) che nessun conducente che segue sulla stessa carreggiata o semicarreggiata, ovvero sulla corsia immediatamente alla propria sinistra, qualora la carreggiata o semicarreggiata siano suddivise in corsie, abbia iniziato il sorpasso;
d) che la strada sia libera per uno spazio tale da consentire la completa esecuzione del sorpasso, tenuto anche conto della differenza tra la propria velocità e quella dell'utente da sorpassare, nonché della presenza di altri automobilisti che sopraggiungono dalla direzione contraria o che precedono l'utente da sorpassare.

Chi sorpassa, dopo aver segnalato la manovra con l'indicatore di direzione (la freccia), deve portarsi sulla sinistra, superare rapidamente tenendosi ad una adeguata distanza laterale e riportarsi a destra appena possibile, senza creare pericolo o intralcio. Se la carreggiata o la semicarreggiata sono suddivise in più corsie, il sorpasso deve essere effettuato sulla corsia immediatamente alla sinistra del veicolo che si intende superare.

Anche chi viene sorpassato ha degli obblighi, quasi mai osservati se non dagli automobilisti più intelligenti: il superato deve infatti agevolare la manovra, senza accelerare, magari decelerando un poco e, nelle strade a una corsia per senso di marcia, deve tenersi il più vicino possibile al margine destro della carreggiata.
Inoltre, quando la larghezza, il profilo o lo stato della carreggiata, tenuto anche conto della densità della circolazione in senso contrario, non consentono di sorpassare facilmente e senza pericolo un veicolo lento, ingombrante o obbligato a rispettare un limite di velocità, il conducente di quest'ultimo veicolo deve rallentare e, se necessario, mettersi da parte appena possibile, per lasciar passare i veicoli che seguono. Anche questa disposizione viene spesso disattesa dai camperisti sulle strade di montagna.

Sulle carreggiate ad almeno due corsie per ogni senso di marcia il conducente può rimanere sulla corsia impegnata per il sorpasso se si appresta a sorpassare un altro veicolo, a condizione che la manovra non sia di intralcio ai veicoli più rapidi che sopraggiungono da dietro. Come spesso capita in autostrada: tutti sulla corsia di centro anche quando la destra è libera e gli altri a sinistra anche se il primo automobilista da superare è molto lontano. In questo caso, stare sulla corsia centrale o in quella di sinistra senza necessità di sorpassare costa 4 punti patente.
Non è vero che il sorpasso a destra è sempre vietato, in alcune condizioni è anzi d'obbligo. Quando il conducente del veicolo che si vuole sorpassare abbia segnalato che intende svoltare a sinistra ovvero, in una carreggiata a senso unico, che intende arrestarsi a sinistra, e abbia iniziato la manovra. Oppure il sorpasso dei tram, se non circolano in sede stradale riservata, si effettua a destra quando la larghezza della carreggiata a destra del binario lo consenta, salvo quando il tram sia fermo in mezzo alla carreggiata per la salita e la discesa dei viaggiatori e non esista un salvagente. Soltanto se si tratta di carreggiata a senso unico di circolazione il sorpasso del tram si può effettuare su ambo i lati.
Chiunque sorpassa a destra nei casi in cui ciò non è consentito, ovvero compia un sorpasso senza osservare queste disposizioni o anche chi non agevola il sorpasso, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 70 a 285 euro e perde 5 punti patente, 3 nel caso di sorpasso irregolare a un tram.

C'è una differenza sostanziale tra sorpasso e superamento. La differenza sostanziale è che il sorpasso prevede uno scarto prima e destra e poi a sinistra per effettuare il sorpasso, mentre nel superamento chi passa a destra a destra era e a destra rimane. In pratica, se siete in autostrada, trovate ingombra la corsia di sorpasso, vi spostate a destra per passare e vi rimettete sulla corsia di sorpasso, in questo caso si tratta di sorpasso a destra, punito come sopra. Se invece viaggiate diligentemente a destra e trovate sulla corsia di sinistra o di centro un'auto più lenta, potete superare a destra senza preoccuparvi della legge. In questo caso è punibile il superato con 4 punti patente e 36 euro, ma non chi supera.

È VIETATO il sorpasso

in prossimità o in corrispondenza delle curve o dei dossi e in ogni altro caso di scarsa visibilità; in tali casi il sorpasso è consentito solo quando la strada è a due carreggiate separate o a carreggiata a senso unico o con almeno due corsie con lo stesso senso di marcia e vi sia tracciata apposita segnaletica orizzontale; di un veicolo che ne stia sorpassando un altro, nonché il superamento di veicoli fermi o in lento movimento ai passaggi a livello, ai semafori o per altre cause di congestione della circolazione, quando a tal fine sia necessario spostarsi nella parte della carreggiata destinata al senso opposto di marcia; in prossimità o in corrispondenza degli incroci, salvo:
a) quando il conducente del veicolo che si vuole sorpassare abbia segnalato che intende svoltare a sinistra e abbia iniziato detta manovra;
b) quando avvenga su strada a precedenza, purché a due carreggiate separate o a senso unico o ad almeno due corsie con lo stesso senso di marcia e le corsie siano delimitate dall'apposita segnaletica orizzontale;
c) quando il veicolo che si sorpassa è a due ruote non a motore, sempre che non sia necessario spostarsi sulla parte della carreggiata destinata al senso opposto di marcia;
d) quando la circolazione sia regolata da semafori o da agenti del traffico. in prossimità o in corrispondenza dei passaggi a livello senza barriere, salvo che la circolazione stradale sia regolata da semafori, nonché il sorpasso di un veicolo che si sia arrestato o abbia rallentato in corrispondenza di un attraversamento pedonale per consentire ai pedoni di attraversare la carreggiata.

Chi non osserva i divieti di sorpasso è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 143 a 570 euro e perde 5 punti patente. Ove il medesimo soggetto, in un periodo di due anni, sia incorso in una violazione per almeno due volte, all'ultima violazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi


TAGS: viaggiare sicuri: il sorpasso Diritti e doveri di chi viaggia