RIVOLUZIONE Con l'arrivo a Novosibirsk, il Transsyberia Rally è arrivato anche a una svolta. La carovana ha infatti affrontato una speciale "vera", con tutti gli ingredienti tipici dei raid e la classifica è stata letteralmente stravolta. Lontano dal traffico (la gara si corre su strade aperte al pubblico...) e su un percorso impegnativo non sono mancati i colpi di scena.

SEMPRE LUI Chi ha impiegato il minor tempo a raggiungere il traguardo è stato ancora una volta il tedesco Schwarz, uno dal piede notoriamente pesantissimo, già vincitore di altre speciali, ma sinora penalizzato dalla scarsa regolarità. E' proprio quest'ultima l'arma rivelatasi sinora vincente per Al Hajri. Senza prodursi in acuti particolari ma mantenendosi sempre nelle prime posizioni, l'espertissimo pilota del Qatar ha guadagnato la vetta della classifica generale. A incalzarlo da vicino ci sono ora il francese Lavieille e il tedesco Kern, tutti, come A Hajri, su Porsche Cayenne.

GOBBA? QUALE GOBBA?
Non è invece finita bene per i nostri Tognana e Cassina, fino ad allora terzi, che hanno affrontato troppo veloci una gobba e hanno riportato danni che li hanno costretti al ritiro. Soltanto due restano così gli italiani ancora in gara. Si tratta di Norbert Lutteri, navigatore di Adel Abdulla in ottava posizione, e Wolfang Pasetti, buon undicesimo con una Toyota Land Cruiser.


TAGS: Transsyberia Rally 2008: il resoconto completo