Si paga, non si paga E' vero che la Finanziaria non è ancora stata approvata, ma passare dalle promesse al "contrordine compagni" è per lo meno poco serio. Di fatto è bastata la dichiarazione Ministro dell'Ambiente Pecoraio Scanio sull'intenzione di togliere la detassazione per le auto  Euro 4 e investire le risorse del taglio del bollo per la  mobilita' sostenibile e il trasporto pubblico, per scatenare il caos.

ILLAZIONI? Niente esenzione di tre anni quindi per chi avrebbe acquistato una vettura nuova Euro 4 inferiore ai 1.300 cc in cambio della rottamazione di una vettura Euro 0, e niente esenzione di due anni per chi ne avrebbe acquistata una di cilindrata superiore. Attenzione però: si tratta di ipotesi. Non c'è niente di definitivo fino a quando non sarà approvata la Finanziaria. E l'uscitadel ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio di Pecoraro Scanio non sarà la sola. Prepariamoci a sentirne delle belle.

E PER I SUV? Stesse illazioni anche per i SUV. Per ora pagano quelli con peso complessivo superiore ai 2.600 kg. C'è però chi vorrebbe far scendere il limite ai 2.200 kg, in modo da comprendere anche i Suv di taglia media, e chi vorrebbe mettere tutto in discussione. Forse è il caso di attendere decisioni definitive prima di iniziare a preoccuparsi.

COSI' PARLO' IL MINISTRO Queste le dichiarazioni del ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio che hanno fatto scatenare il putiferio di illazioni:
-"Quello che preoccupa è che un ministero della Repubblica apra il giornale e ogni giorno debba scoprire che un pezzo di Finanziaria, rispetto a come è stata raccontata dal ministero dell'Economia, è un po' diverso da quello che si apprende".
-"Ci sono norme scritte dal ministero delle Finanze che sono un po' disordinate e vanno riscritte, per esempio le norme riguardanti i Suv, gli Euro4, o l'efficienza energetica. In Finanziaria è stato recepito il nostro appello a fare cose ambientaliste, ma non portano la maternità del ministro dell'Ambiente".
-"Il ministero dell'Ambiente non avrebbe scritto norme così disordinate, ad esempio sui Suv; speriamo che, con il consenso del Parlamento e con una maggiore attenzione da parte dei colleghi del ministero dell'Economia, si possa riscrivere meglio una normativa che abbia una sua logica ambientale. Vanno riscritte meglio norme che stanno nel segmento specifico, ma non solo in questo, date le cose che abbiamo visto sulle tasse, probabilmente il ministero ha preso degli svarioni e va riaggiustato il tiro".