Autore:
Luca Cereda

FACCIA A FACCIA Ci sono una svedese e una inglese; e quattro tedesche che le guardano in cagnesco. Fino a oggi Mercedes GLA, BMW X1 e Audi Q3 si sono divise la golosa torta dei SUV compatti premium decretando, di fatto, un monopolio germanico. La pacchia è finita, ora che Volvo XC40 e Jaguar E-Pace, entrambe al debutto assoluto, si affacciano sul mercato delle sport utility con il ruolo di outsider. Se volete intonare una voce fuori dal coro, dunque, servitevi qui. Ma quale scegliere? Proviamo a aiutarvi noi, dopo aver incontrato dal vivo la Volvo XC40 e la Jaguar E-Pace al salone di Francoforte (guarda i video nella gallery).

QUAL E' PIU' COMPATTA? La Jaguar E-Pace, ma di poco. E' più corta di tre centimetri (440 contro i 443 della Volvo) ma è più larga di due (188 vs 186). Due centimetri di differenza anche nel passo, che premia l'XC40: 270 contro i 268 dell'inglese.

QUALE HA PIU' STILE? Bella lotta, anche perché parlano linguaggi differenti. Più innovativo quello della Volvo XC40, che ha ripreso gli stilemi delle sorelle maggiori (i fari a martello di Thor, le linee orizzontali, le superfici lisce) osando qualcosa di più. Dove? Nelle pieghe della carrozzeria, ad esempio e nel taglio dei montanti posteriori. Gli interni della XC40, invece, replicano in scala ridotta quelli delle SUV famiglia.

Dall'altra parte, la Jaguar E-Pace si ispira alla F-Type sfoggiando linee più dinamiche, da suvcoupé. Qui il tetto si fa più sfuggente, la vetratura sottile e gli interni sono di stampo più classico. Il posto guida è marcatamente orientato verso il driver, come sulle auto sportive. Eppure non genera l'effetto-wow della svedese.

QUAL E' PIU' TECNOLOGICA DENTRO? Entrambe possono disporre di un cockpit ad alta definizione da 12,3'': quello di Volvo, personalizzabile, è paragonabile al Virtual Cockpit di Audi, mentre quello della E-Pace consente di vedere la navigazione a schermo intero. Volvo la offre già nell'allestimento Momentum, Jaguar solo nell'allestimento più ricco.

Infotainment: la diagonale dello schermo premia la Jaguar E-Pace, che arriva a 10'' contro i 9'' del Sensus di Volvo. Quest'ultimo opta per il display touch verticale, più scenografico a dire il vero, fulcro di un abitacolo pronto a trasformarsi in un ufficio viaggiante se si attinge agli optional. Grazie alla navigazione tramite tethering (sfruttando la connessione del proprio smartphone), hot spot wifi con Sim, due prese USB, una presa 12V, ricarica wireless.

Jaguar rilancia con fino a 4 prese 12V e cinque USB, hotspot wifi 4G e l'head-up display. Né Volvo né Jaguar offre il navigatore di serie. Per la musica, gli svedesi puntano su un impianto Harman Kardon come non-plus-ultra, offrendo di base un impianto a 8 altoparlanti. Sulla E-Pace si passa da un impianto a 6 altoparlanti a uno stereo Meridian a 11 altoparlanti nei due livelli di allestimento più ricchi.

QUALE HA PIU' BAGAGLIAIO? Numeri alla mano non c'è partita: la Jaguar dichiara 577 litri contro i 460 della Volvo. Un valore alto anche a confronto delle altre rivali – la BMW X1, che ha un ottimo bagagliaio, dichiara 72 litri in meno.

QUALE COSTA MENO? Attualmente la E-Pace, che ha un listino già completo, con una versione a trazione anteriore, manuale da con il duemila turbodiesel da 150 cv che costa 36.800 euro. Volvo, però, prepara il sorpasso. Se ora come ora le uniche XC40 ordinabili sono la T5 e la D4 integrali, con prezzi a partire da poco sopra i 43.000 euro, in futuro le versioni T3 (1.5 litri turbobenzina da 160 cv) e D3 (2.0 turbodiesel da 150 cv) abbasseranno il prezzo d'ingresso rispettivamente a 31.200 e 33.350 euro.

QUALE ARRIVA PRIMA? La Jaguar, attesa nelle concessionarie già prima della fine dell'anno. Bisognerà invece aspettare febbraio le prime consegne del SUV compatto scandinavo.


TAGS: jaguar volvo suv volvo xc40 suv compatti Jaguar E-Pace xc40 vs e-pace