Autore:
Luca Cereda

SI GUARDA IN LA' E' senza dubbio l'auto elettrica, la protagonista del Salone di Shanghai 2017. Quella fatta in casa, dai costruttori cinesi, ma anche quella che i marchi europei metteranno su strada nei prossimi anni. E il fatto che questi abbiano scelto la kermesse cinese per mettere in mostra i piani futuri, la dice lunga sull'importanza raggiunta dal mercato locale. E dal Shanghai Auto Show, di conseguenza.

TEDESCHI SUGLI SCUDI Il Gruppo Volkswagen ci ha messo del suo presentando in un sol colpo tre SUV elettrici: la Volkswagen ID Crozz concept, la Skoda Vision-e e l'Audi e-tron Sportback, la cui versione di serie arriverà su strada nel 2019.

UNA NUOVA JEEP? Elettrificata è anche la Jeep Yuntu, concept ibrida plug-in di FCA che potrebbe prefigurare un'evoluzione a sette posti della Cherokee, mentre Marchionne ha confermato l'avvio nel 2018 della produzione di una Renegade ibrida, proprio in Cina. Elettrica è pure la concept RS 2027 di Renault, anticipazione di come saranno le vetture da Formula Uno tra almeno una decade, secondo la Régie. Da tempo, invece, l'elettrico è un ingrediente fondamentale delle ibride Lexus: qui la NX che si è appena rifatta il trucco.

LA CROSSOVER DI CITROEN Avrà una versione elettrificata – ibrida plug-in- anche la Mercedes Classe S 2018, aggiornata a Shanghai con qualcosa di più del classico restyling di metà carriera. Se pensate che l'elettrico sia noioso, consolatevi con la BMW M4 CS: un po' più di una M4 'normale', un po' meno di una GTS. O con la futura compatta Mercedes. Se si parla di di auto di volume, però, occhio alla nuova Citroen C5 Aircross, l'anti-Qashqai del Double Chevron. Considerata l'attenzione e il favore del pubblico che incontrano oggi le crossover compatte, probabilmente è lei la novità più importante del Salone.     


TAGS: salone di shanghai 2017 shanghai auto show