Autore:
Luca Cereda, Marco Congiu, Marco Rocca

CONFRONTI Che cos'è un’auto alla moda? Oggi la risposta obbligata: un SUV compatto. Anzi, ipercompatto, perché in città, si sa, trovare un buco è un disastro. Dunque, meglio avercelo piccolo, il SUV. Purché abbia anche una certa immagine, che faccia fare bella figura con gli amici (o amiche) dell'aperitivo. Volete tre nomi? Mini Countryman, Audi Q2 e Jeep Renegade. E nel caso non sapeste quale scegliere tra queste, vi aiutiamo noi (clicca sopra e guarda il video).

STILE Se ne fate una mera questione di stile badate che l'Audi Q2 non è la solita Audi, con quella coda ad effetto 3D e il montante posteriore che si può scegliere di un colore differente da quello della carrozzeria. Ma Mini Countryman e Jeep Renegade osano molto di più. La prima anche nelle forme e nelle misure, più da SUV che in passato; la seconda con una linea che anche tra 10 anni resterà inconfondibile. Ancor più in questa versione Trailhawk, infarcita di gadget da fuoristrada.

INTERNI Sono tre auto per sfilare, ma anche da vivere tutti i giorni. Per questo è importante sapere cosa ci aspetta dentro, in termini di qualità e abitabilità. Toccate con mano, Audi Q2 e Mini Countryman primeggiano testa a testa: sia per i materiali sia per il potenziale multimediale dell'abitacolo. Anche se la Q2 ha una strumentazione digitale, mentre la Mini è rimasta all'analogico. Di sicuro la Renegade paga dazio ad entrambe, con plastiche più economiche e un display dell'infotainment piccolo e basico.

ABITABILITA' La Jeep, però, si riscatta se valutata al metro cubo. Perché al suo interno offre tanto spazio in altezza e larghezza, nonostante sia lunga solo 423 cm. Il bagagliaio, invece, è il più piccolo del terzetto (351 litri), almeno finché non si ripiegano i sedili: così il volume disponibile cresce fino a 1297 litri, superando in valore massimo quello dell'Audi Q2 (da 405 a 1050 litri), che dietro offre meno agio le gambe dei passeggeri rispetto alle altre due. Ma è la Mini Countryman a vincere, se si parla di spazio. Facilitata da misure più abbondanti rispetto alle rivali (è lunga 430 cm e ha un passo di 257 cm) e da un divanetto posteriore scorrevole che aumenta di quasi 100 litri il bagagliaio base, già sostanzioso con i suoi 450 litri. Con tutti i sedili giù, la Countryman carica fino a 1390 litri.

NELLA BUONA E su strada? Tutte e tre si difendono bene, ma Audi Q2 quattro e Mini Cooper SD All4 si guidano con più piacere. Come prestazioni pure, siamo lì lì tra le due, spinte entrambe da un duemila turbodiesel con identici valori di potenza (190 cv) e coppia (400 Nm). La Q2, però, è più maneggevole, mentre la Mini – che tradisce i chili in più – sfodera uno sterzo più diretto ma anche un po' pesante. Il che può piacere o meno. La Jeep Renegade Trailhawk è la meno potente, è più molle d'assetto e si guida in alto. E' fatta per gustarsi il viaggio, insomma, ma non in silenzio. 

E NELLA CATTIVA Quando si abbandona l'asfalto, però, la Renegade è una vera Jeep. Di sicuro è la più attrezzata del terzetto per fiondarsi nel fango, grazie a un'altezza da terra, angoli d'attacco e d'uscita da offroad. La carrozzeria e gli organi meccanici sono più protetti e la trazione si può regolare con il Select Terrain, settando parametri diversi a seconda del tipo di fondo su cui guidiamo. Mini Countryman e Audi Q2 possono contare sulla trazione integrale permanente, è vero, ma hanno un'impronta certamente più stradale della Jeep Renegade. E una carrozzeria meno protetta da eventuali imprevisti, oltre che costosa da riparare. Pensate che nessuno abbia il coraggio di portare due SUV del genere su per i bricchi? Probabilmente sì. Ma noi non potevamo proprio resistere...  


TAGS: mini countryman audi q2 jeep renegade trailhawk Jeep Renegade Trailhawk vs Audi Q2 vs Mini Countryman