Autore:
La Redazione

Nel boom dei piccoli SUV che ha caratterizzato il 2017, specialmente dopo il salone di Francoforte, ce n'è per tutti i gusti. Ogni Casa ha ormai ha la sua proposta, che sulla base di una ricetta standard – dimensioni compatte, luce a terra generosa e guida rialzata – prova a farsi notare con piccole varianti. A spiccare per originalità, come è nella sua storia, è Citroën. La C3 Aircross, in concessionaria da fine ottobre con prezzi a partire da 15.500 euro, per farsi preferire adduce ben sette argomenti. Che, volendo, potete approfondire nelle nostre schede monografiche e nei relativi video (scorri il testo e clicca sotto).

ABITABILITA' Va bene ingombrare poco per facilitare i parcheggi, ma se poi nell'auto non ci sta nulla, è un problema. Nei suoi 4,15x1,74 metri, la Citroën C3 Aircross ha un paio di assi nella manica da giocarsi. Il primo è il sedile posteriore scorrevole, che può ampliare il bagagliaio fino a 520 litri. Il secondo è lo schienale del sedile passeggero reclinabile del tutto, utile a liberare spazio profondità e stendere un pavimento piatto sul quale diventa facile caricare anche colli piuttosto lunghi.

SICUREZZA E' vero che molti vanno pagati a parte, ma sono ben 12 gli aiuti alla guida di quest'auto. Tra i quali segnaliamo la frenata automatica di emergenza, il sensore che sorveglia l'angolo cieco, il lettore dei segnali stradali – riprodotti poi nella strumentazione – oltre alla telecamera e ai sensori di parcheggio.

TECNOLOGIA I dispositivi di sicurezza attiva non sono l'unico argomento in tema di tecnologia. C'è l'immancabile sistema di infotainment con schermo digitale, capace di interfacciarsi con smartphone Android e Apple; c'è la ricarica wireless del telefono (optional), posizionata nel pozzetto dietro il cambio; c'è l'head-up display: sempre optional, ma non così diffuso in questo segmento; e c'è pure la chiamata dei soccorsi automatica in caso di incidente, che tutti si augurano di non usare ma è meglio avere.

IL DIFFERENZIALE ELETTRONICO Un SUV compatto come la Citroen C3 Aircross non può avere la trazione integrale, ma il Grip Control sì. Che cos'è? E' un differenziale elettronico che, in caso di perdita di aderenza, aiuta recuperare motricità. Lavorando di squadra con l'ABS e il controllo di trazione, questo dispositivo pinza automaticamente le ruote con meno aderenza. Sul pomello che lo attiva sono selezionabili cinque differenti settaggi, a seconda delle condizioni d'uso.

CAMBIO AUTOMATICO O MANUALE Non date per scontata la possibilità di scegliere un cambio automatico su un'auto urbana come un mini SUV. Nella fattispecie, la Citroen C3 Aircross propone un automatico con convertitore di coppia a 6 rapporti, abbinabile per il momento solo al 1.2 turbobenzina da 110 cv.

PERSONALIZZAZIONE Volendo farsela a propria immagine e somiglianza, la C3 Aircross non si ferma alla classica verniciatura bicolor. Sono 85 le combinazioni possibili tra colori della carrozzeria (8), tinte del tetto (3) e Pack Color (4) per gli esterni. Senza dimenticare le personalizzazioni più “classiche”, nella scelta di rivestimenti interni e cerchi.

COMFORT Sulla comodità, infine, si va oltre le tradizionali attenzioni (ad esempio l'imbottitura ed ergonomia dei sedili). La Citroen C3 Aircross beneficia del programma Advanced Comfort, un trattamento particolare riservato alle sospensioni e all'isolamento acustico studiata per addolcire le lunghe sessioni al volante.


TAGS: citroën suv suv compatti citroen c3 aircross citroen c3 aircross test come scegliere il suv ultracompatto