Autore:
Andrea Sperelli

SPEED CAMERAS DETECTORS Esistono e in alcuni Paesi ne é consentito l'utilizzo. Non in Italia, dove sono vietatissimi a seguito di una legge del 1999 e se vi trovano con un apparecchio anti-autovelox sono guai. Giusto per la cronaca, di norma tali strumenti sono in grado di rilevare la presenza di sistemi di controllo della velocità funzionanti con ponte radio, con fotocellule o via radar. Comprese le "pistole laser". Non operano su database precaricati come navigatori, ma intercettano in tempo reale le frequenze giuste e vi avvertono giusto in tempo per la frenata. Prezzi e tipologie per tutti i gusti e per tutte le tasche, anche se portata e affidabilità non sempre lasciano soddisfatti gli utenti.

INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO Si trovano in libera vendita in alcuni stati della CEE e sono completamente mimetizzabili all'interno dell'auto, meno il sensore "anti laser" che deve essere fissato sul parabrezza. Memorabile la pubblicità vista su un giornale inglese che più o meno recitava al fianco del prezzo non irrisorio: "quanto vale la tua patente di guida?". Non eccedete in superficialità e non fate facili equazioni: non è detto che il "salvamulte" inglese funzioni anche per i controlli italiani. Le frequenze, come i sistemi utilizzati in ogni nazione, non sono sempre uguali. Anzi.

VACANZE FAI DA TE? Se vi state trasferendo (o andate in vacanza) in uno dei Paesi dove tali sistemi sono leciti, o se proprio siete curiosi e volete vedere come sono fatti e magari quanto costano, basta fare una ricerca online e troverete molti siti come questi, giusto per fare alcuni esempi:
www.radardirect.co.uk
www.radar-shop.de/html/anti-autovelox.html
www.escortradar.com





TAGS: tutto sugli autovelox