Autore:
Andrea Sperelli

La mappa ufficiale delle postazioni fisse
Alcuni sono talmente famosi, come quello nei pressi di Fiorenzuola sulla A1, che passando in quel tratto i guidatori italici sembrerebbero i più prudenti e rispettosi del mondo. Altri invece no, quindi se avete il navigatore scaricate i relativi P.O.I. mentre, se non siete tecnologici, va bene anche un memo sul cruscotto, impararli a memoria o istruire moglie  e bambini. In ogni caso ecco dove trovare l'elenco ufficiale: http://www.poliziadistato.it/pds/stradale/autovelox/lista_autovelox.htm

Il link per controllare le postazioni mobili
Vengono anche pubblicate su alcuni quotidiani e su alcuni periodici specializzati. Meglio comunque controllare "direttamente alla fonte" le segnalazioni relative alle postazioni mobili. Ogni Lunedì, settimana per settimana e regione per regione. Da segnarselo sull'agenda e nel bookmark dei preferiti.
http://www.poliziadistato.it/pds/stradale/autovelox/lista_autovelox.htm.
Non pensate comunque di essere al riparo da sgradite sorprese: altre postazioni mobili possono essere disseminate sul territorio in base a situazioni particolari (cantieri stradali, in concomitanza di servizi straordinari di controllo su porzioni di territorio e così via). Insomma il margine di discrezionalità sembra abbastanza ampio.


I sorpassometri operativi sul territorio nazionale
Non basta andare piano. Se superate in zona vietata mettete in pericolo la vita vostra e degli altri. E potreste essere puniti a posteriori, anche senza che nessuna pattuglia vi fermi sul momento. Alcuni tratti sono sotto l'occhio attento di telecamere "addestrate" a riconoscere i comportamenti non consentiti. Se appartenete alla schiera degli impazienti che per guadagnare tre minuti non esitate a superare tenete a mente... Facile prevederne una diffusione rapida su tutte le strade. Vi terremo informati, intanto prendete nota.
http://www.poliziadistato.it/pds/stradale/sorpassometro/images/carta_sorpassometri_totali.gif


Per scaricare i P.O.I. sul navigatore
Di regola il primo passo è cercare sul sito del produttore. Poi basta fare una ricerca e avrete solo l'imbarazzo della scelta:http://www.poigps.comrappresenta comunque una certezza. Ricordatevi di aggiornare spesso l'elenco dei P.O.I e che la differenza la fanno accuratezza e completezza del database.

La mappa ufficiale dei Tutor
I sistemi di rilevamento della velocità media sono ben segnalati da appositi cartelli. In ogni caso visto che si stanno diffondendo su molte strade questo é l'elenco ufficiale. Ricordatevi che conta la velocità media prevista sul tratto: non serve a nulla rallentare sotto le telecamere e tantomeno cambiare corsia o zigzagare. E ricordatevi anche che, per legge, devono essere segnalati: se vi sembra che ci siano strane telecamere ma non ci sono segnalazioni o stanno testando il sistema, che entrerà in funzione successivamente, o non si tratta del Tutor. Per ora i tratti autostradali soggetti a controllo della velocità con il tutor sono questi:

Autostrada

Tratta

A4 Milano-Brescia

tra Grumello e Seriate in direzione Milano

tra Rovato e Ospitaletto in direzione Venezia

A13 Bologna-Padova

tra Occhiobello e Ferrara nord

A14

tra Faenza e Cesena nord

tra Pescara Ovest e Cerignola Est (direzione nord e sud)

A26

tra il casello di Ovada (AL) e l'allacciamento  con l'A10 (direzione sud)

A25

Torano-Pescara tra Avezzano e Sulmona

A24

tra Tivoli e Carsoli e
tra Valle del Salto e
L'Aquila Est

A1

Milano-Napoli nel tratto Caianello- Caserta
Nord






TAGS: tutto sugli autovelox