La patente A e B, come le categorie superiori, danno diritto a guidare un ciclomotore e alcuni motocicli. Il problema è: quale due ruote? A seconda dell'età del patentato, del tipo di patente e dal periodo di conseguimento della patente stessa, il documento rosa consente la guida di due ruote differenti.

Patente AM

-Dal 19/1/2013, da 14 anni abilita alla guida di ciclomotori fino a 50 cm3 e con potenza massima di 4 kW e passeggero solo dai 18 anni. Validità estero da 16 anni. 

Patente A1

-Dall'1/10/1993 al 18/01/2013, da 16 anni abilita alla guida di motocicli fino a 125 cm3 e con potenza massima di 11 kW (15 CV) e senza passeggero

-Conseguita dopo il 19/01/2013, da 16 anni, abilita alla guida di motocicli fino a 125 cm3 e con potenza massima di 11 kW (15 CV), rapporto peso-potenza non superiore a 0,1 kW/kg. Vale all'estero.

Patente A2

-Conseguita dal 19/01/2013 a partire da 18 anni abilita alla guida di motocicli con potenze fino a 35 kW e rapporto peso-potenza non superiore a 0,2 kW/kg che non siano derivati da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima.

Patente A

-Conseguita prima dell'1/1/1986, permette di guidare qualsiasi tipo di moto, anche nei Paese dell'Ue.

-Conseguita tra l'1/1/86 e il 25/4/1988, permette di guidare qualsiasi tipo di moto, ma solo in Italia.

-Conseguita tra il 26/4/88 e il 30/9/1993, permette di guidare qualsiasi tipo di moto, anche nei Paese dell'U.E.

-Da 1/10/1993 a 18/01/2013

Dà diritto alla guida di motocicli di potenza inferiore o uguale a 25 kW (34 CV) o con rapporto potenza/peso inferiore o uguale a 0,16 kW/kg (0,22 CV/kg). Per due anni dal rilascio e fino al 20° anno d'età.

-Dal 19/01/2013
Se titolare di patente A2 da almeno 2 anni dà diritto alla guida di tutti i motocicli, previa prova pratica con moto minimo 600 cc e 40 kW. Accesso diretto a 24 anni con prova pratica (minimo 600 cc e 40 kW).


Patente B o di categoria superiore


-Conseguita prima dell'1/1/1986
, permette di guidare qualsiasi tipo di moto, anche nei Paese dell'Ue.
-Conseguita tra l'1/1/86 e il 25/4/88, permette di guidare qualsiasi tipo di moto, ma solo in Italia.
-Conseguita dopo il 25/4/88, permette di guidare motocicli fino a 125 cm3 e con potenza non superiore a 11 kW (15 CV), ma solo in Italia.


TAGS: patente: lapatente per la moto