Autore:
Redazione

GRIGLIA DI PARTENZA Ormai ci siamo: il Trofeo MitJet Italian Series – organizzato da Motorquality, azienda specializzata nella distribuzione di componenti di alto livello per auto e moto – è ai blocchi di partenza. Il debutto di questo colorato campionato è previsto nel weekend dell'11 aprile sul tracciato di Imola. Seguiranno Adria (9/10 maggio), Misano (13/14 giugno), Monza (4/5 luglio), Mugello (5/6 settembre) e di nuovo Imola, il 10/11 ottobre, per il gran finale.

POCA SPESA, TANTA RESA Al centro della scena lei, la Mitjet 2L: telaio tubolare a traliccio, 2.0 4 cilindri da 225 cv montato in posizione anteriore, trazione sulle ruote posteriori. Una vera e propria auto da corsa ma senza i costi delle auto da competizione perché la quota base per la partecipazione al Trofeo si aggira intorno ai 30.000 euro più IVA, il costo dell'auto ed eventuali servizi accessori.

GUIDA E DIVERTITI Ogni team dovrà selezionare almeno due piloti: un professionista e un gentlemen driver. Entrambi hanno diritto a 25 minuti ciascuno per le prove libere, che scendono a 15 per le qualifiche. E, visto che le manche di gara sono ben 4 per ogni tappa del trofeo, sia il driver esperto sia il debuttante parteciperanno a ben due stint di guida, da 20 minuti (+1 giro) ciascuno. Se lo start della corsa avverrà con giro lanciato, la griglia di partenza di gara 2 sarà definita, giusto per mischiar le carte, invertendo le prime 8 posizioni di arrivo in gara 1.

MITJET VILLAGE Mentre i papà sono a divertirsi al volante, tra controsterzi e sorpassi, i bimbi possono spassarsela nel MitJet baby village, area animata dai professionisti dell'agenzia Dreams&Project con giochi, laboratori creativi, baby dance e Nutella party per merenda. Le mamme, invece, potranno gustarsi un fresco cocktail per aperitivo mentre i dj “suonano” dal vivo. Così non possono dire di annoiarsi...


TAGS: trofeo mitjet italian series