Autore:
Andrea Rapelli

REVOLUTIONARY ROAD Certe volte la vita (automobilistica) è strana. Nel 1997 Mercedes strabiliò il mondo con il lancio della Classe A. Una rivoluzione, vento di guerra – per tutte le altre piccole dell'epoca – in tempo di pace. Per qualcuno fu azzardo, per altri un colpo di genio. Accadde che, in breve tempo, le vie delle principali città si riempirono di piccole Mercedes.

DONNE, CHE PASSIONE Vuoi grazie a spot TV che strizzavano l'occhio al gentil sesso, vuoi per misure tagliate per l'ambito metropolitano e la posizione di guida alta, la Classe A diventò in tempo zero l'auto preferita dalle donne di classe. Anche perché il prezzo, che si avvicinava pericolosamente alla soglia dei 40 milioni di Lire del vecchio conio, non era proprio alla portata di tutte le tasche. 

FORFOUR Oggi, lo scenario (sia economico sia sociale) è totalmente diverso rispetto a 18 anni fa, lo sappiamo noi e lo sapete bene voi. Mercedes, però, riprova a conquistare il pubblico femminile. E stavolta vuol farlo con la Smart forfour 2015 che – guardacaso – ha praticamente gli stessi ingombri a terra della prima A: tre metri e mezzo di lunghezza, 1,66 di larghezza e 1,55 in altezza. Anche se con uno sfruttamento tutto diverso dello spazio interno.

STILI DIVERSI Se la Classe A introduceva l'ormai famoso pianale a sandwich e poteva contare su 5 posti e un vano bagagli da famiglia (390-1340 litri), la Smart forfour ribalta tutto: cuore (e trazione) posteriori, sotto al piano di carico e bagagliaio un filo ridotto, da 185 a 975 litri. Anche l'abitabilità sulla forfour non è proprio la stessa: dietro, chi è sopra al metro e ottanta sfiora con la testa in padiglione. Nessun problema, invece, in larghezza, perché il posto centrale non è previsto.

U-TURN Al volante la giovane età progettuale della Smart fourfour 2015 si sente tutta: forse la posizione di guida non sarà alta come sulla vecchia classe A ma, a conti fatti, difficilmente la visibilità diventa un problema, almeno davanti. La maneggevolezza, poi, non si discute, perché il diametro di sterzata della Smart (8,65 m) è roba da Guinness e consente di fare inversione in spazi che l'occhio giudicherebbe impossibili.

90 CV Il piccolo turbo benzina da 90 cv della Smart forfour 2015 vanta un bel brio: si sposa bene con il cambio manuale a 5 marce e consente scatti (quasi) da centometrista al semaforo. Rispetto al fratellino meno cavallato risponde più bruscamente, in modo particolare ai bassi regimi. Messo là in fondo, però, non si sente mai troppo nelle orecchie dei passeggeri e, non bastasse, consuma niente.

RICAMBIO GENERAZIONALE Insomma, la Smart forfour – che ha un ventaglio prezzi compreso tra 12.640 e 16.870 euro – è tutta un'altra auto rispetto a ciò che era la Classe A. La piccolina nata da una geniale intuizione di Nicolas Hayek ne ha fatta di strada: il suo terreno principe rimane la città tuttavia la forfour sopporta senza fare un plissé anche i medi trasferimenti autostradali. Riuscirà a conquistare tutte le orfane della prima e indimenticata Classe A?


TAGS: smart forfour 2015 mercedes classe a 1997