Autore:
Luca Cereda

TECH HELP Impossibile, non succederà mai. Non a me. Ma poi succede. Di casi di genitori che dimenticano i bambini in auto ne è zeppa la vita quotidiana, e talvolta la leggerezza sfocia in tragedia. Stress, distrazione, stanchezza, tante le cause: il pericolo non va sottovalutato. Lo sanno anche le case automobilistiche, come Hyundai o Nissan, ad esempio, che hanno già presentato sistemi di avviso anti-abbandono (vedi correlate). Chicco e Samsung, invece, si preparano a lanciare il seggiolino connesso, che ci avvisa via SMS quando inavvertitamente lasciamo il piccolo nell'auto.

ANCORA UN PROTOTIPO Non è ancora in commercio, ma è questione di tempo. Poco, fortunatamente. Si basa su un ecosistema tecnologico, Bebècare, del tutto invisibile e relativamente semplice: sensori, bluetooth e un'app installata sullo smartphone (e su eventuali altri device). Cosicché, non appena si appoggia il bebè al seggiolino, il congegno rivela la sua presenza e si connette via bluetooth allo smartphone del genitore. Se il genitore si allontana e la connessione tra telefonino e seggiolino cade senza che il bimbo sia stato slegato, il sistema invia una notifica sullo smartphone.

SECONDO ALERT Mamma o papà lo possono leggere immediatamente: in questo caso tutto ok, dal telefono si può disattivare immediatamente l'allarme. Ma che succede se è silenzioso o se, per caso, non sentiamo l'avviso? Samsung e Chicco pensano di attivare un secondo avviso, via SMS stavolta, che raggiunge altri componenti della famiglia. Specificando anche la posizione in cui si trova l'auto.

QUANDO ESCE Il seggiolino auto con tecnologia Bebècare sarà in vendita a partire da metà dell'anno prossimo. Si comincerà dal modello Oasys, per poi estendere il congegno a tutta la gamma, che comporterà un sovrapprezzo non ancora quantificato.


TAGS: samsung bimbi in auto seggiolino auto chicco BAMBINI DIMENTICATI IN AUTO