Autore:
Luca Cereda

LA VIA DELL’ORO Tra i paperoni del mondo c’è anche un calciatore italiano, Graziano Pellè. Lo sciagurato Pellè, per i tifosi azzurri: chi ha seguito gli Europei ricorderà il suo rigore sbilenco calciato contro la Germania, ahi noi fatale. Ma – dicevano i latini - la fortuna, come la luna, cala e cresce. E così, dopo questa ciabattata, Pellè si è visto recapitare una proposta di lavoro milionaria dalla Cina da 16 milioni di euro l’anno. La domanda sorge spontanea: Pellè, con tutti ‘sti soldi, che auto ti compri?

OGNI MATTINA E OGNI MALEDETTA DOMENICA Sulla cifra esatta si discute molto, è probabile che guadagni meno in realtà. Ma si tratta comunque di tantissimi soldi. E allora prendiamo per buono quanto scritto dai giornali sportivi e diamo inizio al gioco. Dunque, caro Pellè, tu prendi 16 milioni all’anno. Che fanno un po’ di più di 1 milione e 330mila euro al mese, circa 300mila euro alla settimana e suppergiù 44mila euro al giorno. Se ti accontentassi di una blasonata berlina, potresti cambiare auto ogni mattina… E ogni maledetta domenica fare lo stesso scegliendo tra un sacco di supersportive…  Mamma che invidia! Ecco alcune delle auto che Pellè può comprare al mese, alla settimana, al giorno.

LA TRINITA’ Nella Super League, il massimo campionato di calcio cinese, si gioca anche d’estate. E quando, questione di giorni, Pellè riceverà la prima busta paga potrà scegliere subito un esemplare della cosiddetta “santissima trinità”: Ferrari LaFerrari, McLaren P1, Porsche 918 Spyder. Dovesse optare per quest’ultima, rigorosamente equipaggiata con pacchetto Weissach, gli avanzerebbe un gruzzoletto per l’utilitaria. Che con circa 70mila euro a disposizione potrebbe chiamarsi Audi Q7, Alfa Romeo 4CJaguar F-Type o Porsche Macan, tanto per fare qualche nome. Volesse invece distinguersi, come quando pensava di uccellare Neuer (il portiere della Germania, ndr) con il cucchiaio, potrebbe puntare sulla Koenigsegg Agera R. Una mensilità piena sarebbe più che sufficiente per mettersela in garage.

UNA FERRARI A SETTIMANA I cinesi pagano a settimana? Nessun problema. Graziano Pellé una partita l’ha già giocata e in sette giorni ha già intascato quanto basta per accomodarsi subito su un sedile pregiato. Ad esempio quello di una Ferrari F12berlinetta - con qualche optional, ça va sans dire. Oppure un paio di BMW M4 GTS (una anche per la bellissima fidanzata), o di Mercedes GT AMG S, volendo sempre fare doppietta. Lamborghini? Of course. La paga di una settimana basta e avanza per una Huracán, non per una Aventador. Almeno ai prezzi nostrani.

UNA GIULIA AL GIORNO Non ci risulta che i calciatori prendano una diaria, in nessuna parte del mondo. Se così fosse in Cina, però, come li spendi in macchine 44.000 euro al giorno? In una Alfa Romeo Giulia 2.2 Turbodiesel Super da 180 cv, in una BMW Serie 3 o in un suvvettino sfizioso come la Range Rover Evoque? Sono problemi. Sull’auto per un giorno il nostro Pellè potrebbe davvero sbizzarrirsi. Volesse qualcosa di divertente e un po’ ruspante, suggeriremmo anche un’Abarth 124 Spider: il gioco potrebbe continuare all’infinito. Col suo stipendio, volendo, Pellè estinguerebbe il finanziamento di una Panda in un pomeriggio, in mezza giornata quello di una Volkswagen Golf e comprerebbe un cinquantino a ogni rintocco di campana… Insomma, avete capito come funziona, no? Se avete suggerimenti, postateli nei commenti.   


TAGS: graziano pellè graziano pellè stipendio pellè rigore