Autore:
Luca Cereda

FUORI TUTTI Scoppia la primavera e a Milano impazza il Fuorisalone. A margine del Salone del Mobile pullulano eventi sparsi per la città con mostre, installazioni, coktail-party e chi più ne ha più ne metta. Mattina, pomeriggio, sera, il flusso mondano di gente scorre ininterrotto di evento in evento. Il filorosso è il design, molteplici le sue declinazioni. Luci soffuse e musica lounge di sottofondo, tra i palazzoni si aprono spazi dove artisti, designer, piccole e grandi realtà della manifattura industriale esibiscono le proprie creazioni intrattenendo un pubblico senza età in un'atmosfera festaiola, ma chic. Centro nevralgico: via Tortona e dintorni, dove fino al 27 aprile ce n'è davvero per tutti. Anche per gli appassionati di auto.

QUESTIONE D'IMMAGINE Nel calderone della settimana del design si mescolano da sempre interessi trasversali. Crescono in numero e genere i brand coinvolti nella grande macchina di comunicazione del Fuorisalone sotto varie forme di partnership. In questo senso ormai fanno scuola le Case automobilistiche, presenze fisse con proposte pronte a rievocare il lato più artistico ed elitario del loro mestiere. Si parla di stile con allestimenti originali, volutamente provocatori, col fine ultimo di veicolare in modo alternativo, potenziandola, la propria immagine.

SPIAGGIA O MUSEO? Scegliete dunque se faccia più al caso vostro una Lexus L-FA "cristallizzata”, riprodotta in grandezza naturale plasmando blocchi di metacrilato, oppure la Mini Clubman del surfista, allestimento speciale curato da una nota firma di design di interni che ha arredato anche l'esclusivissima Airstream al gancio di questa Mini. Nel primo caso saltate sulla metro gialla (fermata Repubblica), destinazione Museo della Permanente: vi apparirà dal buio in una stanza dove luci a led pre-programmate e sequenze sonore creano un'atmosfera di "dinamismo cristallizzato”. La Mini, invece, campeggia in un angolo di California ricavato nei cortili dell'Università Satale, in mezzo ad altre opere.

QUESTO WEEK-END… C' è poi chi ha scalzato l'auto da uno dei suoi habitat naturali sfruttando lo spazio in modo artistico. La "Duepercinque Parade” è un percorso che dal Naviglio Pavese porta in via Tortona, tracciato da originali installazioni confinate nel rettangolo di un comune posto auto (che appunto misura due metri per cinque). Dalla prima alla sedicesima, la strada abbonda di opportunità per "spezzare” con un gelato o un aperitivo.  Qui, invece, ecco un piccolo vademecum con foto, indirizzi, riferimenti e una breve anticipazione delle espressioni artistiche legate al mondo dell'auto in questo Fuorisalone 2009.


LEXUS L-FINESSE CRISTELLISED WIND
Continua l'evoluzione del design L-finesse, termine che per Lexus caratterizza un'avanguardia stilistica. Questa installazione curata dall'architetto giapponese Sou Fujimoto è la quinta presentata dalla Casa al Salone del Mobile dal 2005 a oggi. In una sala buia dove giochi di luce e suoni creano la sensazione di un flusso in mezzo a oggetti "cristallizzati”, ruba la scena un modello trasparente della concept Lexus LF-A a grandezza naturale. E' stato ottenuto dall'assemblaggio di 20 piani di metacrilato, che una volta divenuto un blocco è stato elaborato da un macchinario, quindi smerigliato e lucidato per ottenere la trasparenza. Da notare la precisione e cura nella riproduzione dei particolari, come ad esempio le ruote.

DOVE: Museo della Permanente, via Filippo Turati 34, Milano.
QUANDO: fino al 26 aprile


MINI CLUBMAN BY REPUBLIC OF FRITZ HANSEN
Uno scorcio di costa californiana all'ombra della Madonnina. Nella suggestiva cornice dei cortili dell'Università degli Studi la Mini Clubman arriva con un'Airstream al gancio. Tanto sull'auto quanto sul caravan c'è il tocco della personalizzazione artistica, affidata al designer danese Fritz Hansen che ha pensato e realizzato gli interni ispirandosi alla vita di un surfista. Così, oltre a inedite finiture e rivestimenti interni, nel bagagliaio della Clubman compare un kit da sub completo e sopra, sul tettuccio, una tavola ancorata al portapacchi. L'Airstream, invece, all'esterno si acconcia riprendendo alcuni elementi stilistici della Mini, mentre dentro apre al mondo "minimal” del surfista: un tavolo che riprende la forma del surf, quattro sedie di design ed un letto che si ricava abbattendo la parete frontale del caravan.

DOVE: Università degli Studi di Milano, via Festa del Perdono 7, Milano.
QUANDO: fino al 30 aprile.

 


DUEPERCINQUE PARADE
In 2X5 di spazio, in strada, normalmente ci trovate un'auto parcheggiata. Fino al 26 aprile, da mezzogiorno alle 21, il posto è trasformato dalla creatività di designer secondo un nuovo modo di intendere la mobilità e di vivere la città. Si parte dalla Darsena e si arriva infondo a via Savona, passando per 16 postazioni dove gli artisti hanno allestito chi una "ciclofficina”, chi un parcheggio a due piani votato al divertimento, chi uno stenditoio, chi un dondolo che funziona solo se non vi si siede da soli. Senza freno alla fantasia, sedici modi alternativi di occupare lo spazio destinato al parcheggio.

DOVE: via Alzaia Naviglio Pavese 2, via Gorizia 28 e 30, via Vigevano 2A, 9, 15, 19, 27 e 45, piazzale Stazione Genova 2, via Tortona 12, via Tortona angolo via Bergognone, via Savona 27, 29, 30 e 31.
QUANDO: fino al 26 aprile.


TAGS: mini lexus salone del mobile fuorisalone