Autore:
Luca Pezzoni

VECCHIE E NUOVE Al recente Salone di New York Cadillac ha presentato una CTS equipaggiata con il router Autonet. La notizia è un po' passata in sordina, quasi fosse una questione tecnica per pochi automobilisti specializzati, in realtà è il primo passo verso una rivoluzione che apre scenari finora solo ipotizzati. Con il nuovo sistema di connessione senza fili può essere infatti connessa ad Autonet qualsiasi auto. Le tariffe partono da 29 dollari al mese.

SCATOLOTTO Quella di Autonet è, in fondo, la soluzione più semplice: proprio come si farebbe a casa, si installa un router con la sua brava antennina, solo che invece che nello studio lo si nasconde nel bagagliaio, o in un posto non visibile, e in un attimo l'auto (compresi i dintorni - il raggio d'azione arriva fino a 3 metri) diventa un Hot Spot semovente. Tutto grazie allo scatolotto magico che vedete nelle foto. Potete collegarci quanti PC volete e, se proprio volete (estremizziamo) potete pure togliervi lo sfizio di scrivere un documento e inviarlo sulla stampante che vi siete portati sul sedile posteriore, proprio come avere una rete "aziendale" dentro l'auto.

CONNESSIONI SICURE L'utente può decidere di lasciare aperta la connessione, oppure proteggerla con password come a casa, e grazie a una corretta installazione le apparecchiature non interferiscono con l'elettronica di bordo. Non ci sono problemi nemmeno con la batteria: il router si alimenta alla rete elettrica di bordo. Altro punto a favore, la trasportabilità: a patto di cablare anche la seconda o terza auto il sistema si può trasportare da un veicolo all'altro.

RETE MOBILE Sempre connessi quindi? Quasi: la rete Autonet si appoggia alla rete dati mobile con tutti i vantaggi e gli svantaggi del caso. Zone di assenza di segnale sono sempre possibili: i black-out telematici in galleria o nel seminterrato sono in agguato su qualsiasi strada. Anche se portata dell'antenna e ottimizzazione di hardware e software garantiscono una stabilità maggiore della connessione rispetto a quella normalmente assicurata da chiavette o telefonini.

VELOCITÀ MASSIMA Stesso discorso per la velocità che non sempre è quella possibile o promessa sulla carta, come sa bene chi usa connessioni dati mobili con il telefono o il PC. Normalmente in "3G" il rate di trasferimento dati si assesta sui 400kps-800kps in download (scarico dati) e 128kps-300kps in upload (invio). Valori che scendono rispettivamente a 120kps-200kps and 50kps-100kps fuori dalla rete veloce. Ma alla fine, direbbe il vecchio saggio, cosa ci si fa con tutta questa connessione? Le solite cose che si fanno in ufficio, a casa, o meglio, al telefonino.

PERCHE' SI? Ecco, qui sta il punto: per quale motivo installare un router Autonet a bordo quando oggi ci sono ottime e soddisfacenti, anche se non sempre a buon mercato, connessioni dati per chi è sempre in movimento? E senza neppure il vincolo di stare in auto per usufruirne? Intanto per una questione di sicurezza: se siete soliti appoggiarvi alle reti aperte che si trovano "on the road" sappiate che sono gratis… ma non molto sicure: potrebbero intercettare i vostri dati. E poi immaginiamo alcuni utilizzi tipici: andate in vacanza con famiglia al seguito nella casa al mare e i marmocchi vorrebbero navigare lungo il viaggio? Qui possono farlo come a casa.

MESTIERE CHE FAI Se invece fate il rappresentante e volete mandare le e-mail con gli ordini mentre mangiate un panino imbottito all'Autogrill potreste apprezzare la connessione dati senza fili. Oppure, ancora, se vi piace avere la connessione anche in giardino mentre fate i lavori di piccola manutenzione alla vostra piccola. Se invece siete amanti delle scampagnate in camper con tavolino e sedie da pic-nic e senza leggere MotorBox proprio non potete stare… ecco che la connessione a bordo auto diventa quasi indispensabile. Insomma mestiere o passione che fai e connessione che trovi. A parte gli scherzi, ci sono situazioni e lavori che potrebbero richiedere e consigliare di avere l'auto connessa.

TANTE BUONE RAGIONI E poi se siete tech-addicted e smanettoni poi si aggiungono tante altre buone ragioni. Con una rete di webcam si potrebbe controllare la propria amata in metallo e ruote dal telefonino mentre riposa per strada…. Roba da Voyeur. Oppure potete installare un PC dentro il cruscotto (me esistono diversi in formato "doppio Din") come molti fanno negli States e navigare liberamente, lavorare e se del caso ascoltare anche una Internet Radio invece delle solite stazioni. Oppure scaricare l'ultimo brano del vostro cantante o l'e-book mentre procedete a passo d'uomo in tangenziale.

APPROCCIO MODERNO Un ostacolo potrebbe essere rappresentato dai costi ricorrenti: il formato tariffario proposto negli States da Autonet prevede due opzioni, 1 gigabyte di traffico al mese per 29$ mentre con 59$ il limite si alza a 5 "giga". Con la prima opzione potete inviare/scaricare circa 350.000 e guardare 6000 pagine web o fare il download di circa 240 canzoni. Decidete voi se sono tante o poche, l'opzione più costosa sembra più adatta a chi ha deciso di vivere in auto.

EMPATIA Resta il fatto che oltre all'abbonamento della Paytv, del telefonino, di Internet superveloce a casa bisogna prepararsi ad un altro bollettino mensile da pagare puntualmente (negli USA Autonet chiede un vincolo di almeno un anno). Il prezzo del progresso? Forse, ma la tecnologia fa vendere: ad esempio negli States le Ford equipaggiate con il sistema multimediale Sync si vendono in metà tempo rispetto alle gemelle che non parlano di bit. Una volta andavano le GTI, tra poco vedremo allestimenti wi-fi anche da noi.


TAGS: cadillac wi-fi internet connessioni