Autore:
Luca Cereda

FUORI DAL SET Quanto paghereste per un giro sul Generale Lee? E per la Ecto 1 dei Ghostbusters? Ci sono auto divenute un’icona grazie a film, serie tv o cartoon, chi più - si pensi alla Ford Gran Torino, cui Clint Eastwood ha dedicato una pellicola- chi meno. Tante però hanno fatto breccia nel cuore di appassionati e collezionisti, disposti a svenarsi pur di averle o talmente pazienti e certosini da costruirsi una perfetta replica “fai da te” del proprio mito.

DELOREAN BENEFICA Di questi l’America ne è piena. E Douglas Sonders (www.sondersphotography.com) fotografo della Virginia con la passione per le auto hollywoodiane, li è andati a cercare. E li ha fotografati, ovviamente, insieme alle loro perle. Gente come Terry e Oliver Holler, una coppia statunitense che, dopo essersi montata pezzo su pezzo un clone della DeLorean di Doc Brown, ora se la porta in giro coast-to-coast per raccogliere fondi per la ricerca contro il Parkinson.

GRANDI CLASSICI Altri hanno una sotria meno fiabesca ma posseggono auto non meno rare. E’ un vero e proprio tesoro, quello scovato e fotografato da Sonders nel suo percorso monografico sulle Movie&TV Cars. Aprendo il forziere (vedi gallery) spuntano dei grandi classici come il Generale Lee dei fratelli Duke, la macchina degli acchiappafantasmi, derivata dalla versione autoambulanza della Meor Cadillac Miller degli anni ’50, Herbie il maggiolino tutto matto e l’immancabile Batmobile. Prima versione, si capisce.

REGINE DEL BRIVIDO Dei veri e propri cult, insomma, attorno alle quali compaiono le outsider, auto meno famose ma con una storia scritta sulla pellicola. Come Christine, la “macchina infernale”, una Plymouth rossa con licenza di uccidere partorita dal genio creativo di Stephen King e proiettata sul grande schermo dal regista John Carpenter. C’è chi è tanto ardito da tenersene una replica in garage. Oppure la Mercury Monterrey del 1950 tratta dall’action movie Cobra, con la quale Stallone si esibiva in inseguimenti al cardiopalma tutti piombo e sgommate, o ancora la Pontiac GTO guidata da Vin Diesel in XXX. Il parco-mezzi al completo (e in costante aggiornamento) lo trovate sul sito di Sonders.

FUORI DAL MONDO Sonders non si è fatto sfuggire nemmeno qualche comparsa di Fast&Furious – come rinunciare? – e ha allargato il suo book a modelli extraterrestri: direttamente da Star Wars IV, ecco la Landspeeder di Luke Skywalker. L’originale fu costruita sullo chassis di una microcar a tre ruote, quella che vedete è opera di un certo Daniel, uno dei milioni di fan della saga nel mondo. Se invece vi state chiedendo da dove arrivi la supersportiva bianca col numero cinque sulla fiancata, smettete di scartabellare tra i film: si tratta del  clone di Mach 5, protagonista del cartone giapponese “Superauto Mach 5”.


TAGS: hollywood cars