Autore:
Giulia Fermani

GALEOTTO FU IL SALONE Si sono incontrati al Salone di Ginevra ed è scoccata la scintilla, mancava solo un’occasione per concretizzare questa affinità. Stiamo parlando di Jeep e Garage Italia Customs e l’occasione gli è stata fornita dal Montreux Jazz Festival, che si tiene ogni anno dal 1967 sul lago di Ginevra. Per celebrare il Montreux Jazz Festival 2015, che ha aperto i battenti il 3 luglio, Jeep era alla ricerca di qualcuno in grado prendere un’auto e farne un’opera d’arte che richiamasse lo spirito dell’evento musicale. La risposta l’ha trovata in Garage Italia Customs che ha dato vita a due auto speciali su base Renegade.

MUSICA MAESTRO Ad ispirare il progetto è stata la chitarra elettro-acustica. Quando Jeep e Garage Italia Customs si sono messi al lavoro, sotto la guida di un entusiasta Lapo Elkann, hanno cercato di ricreare sull’auto tutti i dettagli che contraddistinguono questo strumento: a partire dalla verniciatura della livrea, per cui la scelta è ricaduta sui tipici Cherry Black Burst e il Classic Black Burst, dallo striping su cofano e baule che richiama le corde della chitarra, per arrivare fino alle cromature che ricordano la chitarra amata dai Deep Purple. Anche gli interni sono stati completamente rivoluzionati, con il tettuccio, i sedili e i pannelli delle portiere in denim nero che contrasta con la pelle colorata scelta per sedute, cambio, bracciolo e tunnel centrale. I due esemplari, che sono pezzi unici, saranno esposti negli aeroporti di Ginevra e Zurigo a partire da oggi.


TAGS: jeep renegade rock lapo garage italia customs