Autore:
Luca Cereda

BOTTA E RISPOSTA E ora chi chiamo? Il 113 o il 112? Dopo la Polizia che va in Gallardo, ecco adesso i Carabinieri in Lotus. Così da oggi, in caso di emergenza, ci sarà solo l’imbarazzo della scelta, ora che la Casa inglese ha consegnato all’Arma dei Carabinieri due Lotus Evora S appositamente equipaggiate con avanzate tecnologie di controllo del territorio e di pronto soccorso, e già vestite di tutto punto per sbarcare in caserma, con la divisa blu e rossa che non fa una piega. Per due anni i Carabinieri potranno utilizzarle gratuitamente per servizi di trasporto straordinari, come quello degli organi e del sangue, o per intervenire a razzo nei casi di emergenza estrema.

AGENTE SPECIALE Una missione delicata, insomma, quella che attende le Lotus Evora S dei Carabinieri. Che ovviamente, divisa dell’Arma a parte, sono tutto fuorché delle Evora S qualsiasi, sebbene gli optional a bordo non siano le solite chicche sportive o i gadget da appassionati viziati, bensì avanzati sistemi di tutela dell’ordine. Uno di questi è l’E.V.A, uno speciale dispositivo elaborato dalla Intellitronika Srl per il controllo sul territorio e gli accertamenti, munito di schermo touchscreen, GPS integrato, connettività ad alta velocità e perfino un lettore di impronte digitali. Tra gli altri strumenti speciali delle Lotus con la fiamma figurano poi una radio bi-banda di ultima generazione e tutto il necessaire da pronto soccorso, tra cui un moderno defibrillatore e speciali unità di raffreddamento per il trasporto di organi e sangue.

ISTRUZIONI PER L’USO Roba da Scotland Yard, insomma. E mica lo diciamo per dire, visto che delle Evora analoghe sono state fornite da Lotus proprio alla polizia inglese. Dotate di una carrozzeria monoscocca leggera ma molto resistente, queste coupé a due posti (ma disponibile anche nella versione 2+2) montano un V6 3.5 litri da 350 cavalli, ed è capace di bruciare lo 0-100 in meno di 5 secondi (4,8 per l’esattezza) per poi toccare punte massime di velocità di 227 km/h. Motivo per cui l’Arma l’affiderà solo a carabinieri scelti che avranno seguito appositi corsi in pista tenuti da Lotus.  


TAGS: lotus evora s carabinieri