Autore:
M.A. Corniche

PLATINETTE I tempi cambiano e anche la platinatissima Lady Penelope Creighton-Ward si deve adattare. Basta Rolls-Royce per le sue missioni speciali, una Ford va benissimo. Ok adattarsi, ma né la Focus, né la Mondeo sono disponibili in rosa. E poi è difficile nascondere lanciarazzi e mitragliatrici dietro la sottile calandra delle Ford moderne. E Lady Penelope se non ha almeno sei ruote non si sente sicura. Meglio una T-Bird.

THUNDERBIRDS La Lady in questione è l’eroina della fortunata serie Thunderbirds, un cult degli anni 60 con marionette al posto degli attori. E guarda caso, anche in casa Ford c’è una storia di Thunderbird e la nuova, potentissima e altrettanto rosa auto di Lady Penelope sarà proprio una Thunderbird (che ultimamente si è data cinema, con una apparizione vestita in color corallo nell’ultima fatica dell’agente 007). Un po’ speciale, per la verità.

SPIA CON AUTISTA Con le sei ruote, ovviamente, tutti gli armamenti compresi nel prezzo e l’immancabile tetto a bolla trasparente che scorre all’indietro per non scomporre nemmeno un capello della ingessata chioma della nostra elegantissima spia. Alla guida sempre il caro, vecchio fidato Parker, autista personale di milady.

MADE IN FORD La nuova FAB 1, nome in codice della rosa Rolls, ospiterà sotto la sua bolla trasparente attori veri e non più marionette e Thunderbirds sarà un evento non più catodico ma cinematografico. Lady Penelope (l’attrice Sophia Myles) non sembra rinunciare ai suoi tailleur azzimati e ai suoi cappellini, adatti alla stravaganza delle linee rétro-avveniristiche della sua nuova limousine rosa metallizzato disegnate dal centro stile europeo di Ford.

GRIGLIONA Anche la nuova FAB1 ha una grande griglia anteriore, forse per nascondere armamenti a più non posso (è top secret, lo scopriremo in missione), ma lo stile non è da Rolls, piuttosto una evoluzione della Ford Thunderbird come la caratteristica bocca di ventilazione sul cofano.

TOP SECRET Segrete sono anche le prestazioni, ma se per la prima FAB1 la velocità dichiarata era di più di 300 km/h, per la nuova c’è da aspettarsi velocità supersoniche, su terra, in aria e sull’acqua. L’abitacolo dallo stile stravagante/tecnologico è decisamente razionale, un esempio da seguire per moderne citycar: due soli posti, in tandem, e due posti di fortuna per passeggeri extra.

ARMI E BAGAGLI La FAB1 è lunga come un rimorchiatore (circa nove metri) e le sue sei ruote montano poderosi cerchi da 22 pollici. Ma forse il lungo cofano deve contenere il propulsore superpotente e il bagagliaio (se previsto) deve fare spazio a tutto il guardaroba dell’impeccabile spia dell’International Rescue. Lo scopriremo la prossima estate, al cinema.