Autore:
Massimo Grassi

UNA NUOVA ARMA PER L’ARMA Sarà la nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio la punta di diamante del parco auto dei Carabinieri, che potranno così contare su un’auto spinta da 510 CV e in grado di raggiungere i 307 km/h di velocità massima. A svelare le 2 speciali berline del Biscione con i colori dell’Arma sono stati John Elkann e Sergio Marchionne, rispettivamente presidente ed amministratore delegato di FCA. Al loro fianco il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e quello del Consiglio Matteo Renzi.

RITORNO AL FUTURO Alfa Romeo e Carabinieri avevano già incrociato le proprie strade e la nuova Giulia rinnova così un sodalizio che va avanti ormai dal dopoguerra, quando il Biscione era impresso sulle calandre di tutte le Gazzelle.

PER LE STRADE DI MILANO E ROMA Le 2 Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio dei Carabinieri presteranno servizio a Milano e Roma e i loro compiti saranno speciali, come il trasporto organi e sangue. Per loro ci saranno anche compiti di rappresentanza: prenderanno infatti parte, come scorta, a particolari occasioni istituzionali. Al suo interno si trovano poi speciali dotazioni come defibrillatore, sistemi di raffreddamento per organi etc…

NON PER TUTTI A guidare l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio in divisa ci penserà un piccolo gruppo di piloti selezionati direttamente dall’Arma dei Carabinieri, ma solo dopo aver frequentato un corso di guida ad hoc. Per gli altri FCA ha messo a disposizione Alfa Romeo GiuliettaJeep Renegade e Panda 4x4, per un totale di più di 800 unità.


TAGS: