Autore:
Massimo Grassi

TEMPO DI FESTEGGIAMENTI Il 2016 è un anno di festeggiamenti “tondi” per BMW: la Casa dell’Elica ha infatti appena spento 100 (!) candeline sulla propria torta di compleanno e 10 su quella dedicata alla BMW Driving Experience, la scuola di guida sicura nata nel 2006 con la collaborazione di Siegfried Stohr e la sua “Guidare e Pilotare”, composta da piloti professionisti provenienti dal mondo delle corse.

SI PARTE A MISANO La stagione 2016 della BMW Driving Experience è iniziata ieri sul circuito di Misano Adriatico ma noi abbiamo avuto la fortuna di “assaggiare” il programma a Monza in compagnia di gran parte della gamma di Monaco: Serie 1, Serie 2, Serie 2 Active Tourer, Serie 3, Serie 4 Coupé e (dulcis in fundo) M4. Abbiamo inoltre potuto vedere dal vivo (purtroppo però ferma nel paddock) la prossima BMW M2, il cui lancio commerciale è previsto per la metà di aprile. Con lei l’appuntamento è rimandato alla prossima volta.

TORNARE TRA I BANCHI Quanti anni erano che non mi sedevo per ascoltare una lezione? Chissà… ho perso il conto. Di certo però durante i miei anni da studente non mi è mai capitato di assistere a una lezione così: come professore, uno dei ragazzi della scuola “Guidare e Pilotare”, e come “esame” una BMW ad attendermi. Si inizia con la frenata d’emergenza su fondo bagnato e slalom tra i birilli, con l’istruttore al nostro fianco a correggere eventuali errori o imprecisioni.

IMPARARE TRA I CORDOLI Lasciato il piazzale della prima lezione, ci prepariamo ad affrontare la pista, alla guida della BMW 235i, sia con cambio automatico sia con il manuale. Si “pennellano” traiettorie “mordendo” i cordoli, sempre con un istruttore con noi. Perché ok, tutti noi ci sentiamo piloti provetti, ma chi pilota lo è davvero (e riesce ad essere anche un ottimo maestro) fornisce sempre più che utili consigli per essere non solo più veloci ma, soprattutto, per avere sempre il pieno controllo della situazione.

VAI COL CONTROSTERZO Passiamo poi al controsterzo: curva, fondo bagnato e la trazione delle BMW Serie 1 e 2 per un sovrasterzo di potenza. L’auto vuole “partire” di sedere e a noi spetta il compito di riportarla al suo posto. Il tutto con l’elettronica completamente spenta. Certo, è una situazione davvero estrema, ma sapere come comportarsi in questi casi permette di guidare sempre con sicurezza in ogni condizione. Un controsterzo tira l’altro e l’istruttore deve quasi minacciarci per farci smettere. Gli bastano però 2 paroline magiche per farci accostare: “Pista” ed “M4”.

CONCLUDERE IN BELLEZZA La nostra giornata con la BMW Driving Experience si conclude tornando tra i cordoli, a “spremere” il 3.0 della nuova BMW M4. Al nostro fianco un nuovo istruttore che, metro dopo metro, ci aiuta a “sentire” sempre più l’auto e farla correre al meglio lungo il tracciato brianzolo.

10 ANNI DI LEZIONI Una giornata così, negli ultimi 10 anni, si è ripetuta per ben 20.000 volte: tanti infatti sono stati i corsi erogati dalla BMW Driving Experience, con oltre 20 differenti programmi che vanno dai rudimenti della guida sicura, fino alle lezioni di guida sportiva avanzata. Una scuola adatta a tutti, anche a chi si sente più “manico” degli altri. Come scritto prima, il primo appuntamento è stato ieri a Misano. Successivamente la scuola itinerante di BMW si sposterà lungo tutto lo Stivale:

3 – 4 maggio VALLELUNGA
8 giugno BINETTO
13 settembre MORES
21 settembre PERGUSA
19 – 21 ottobre MONZA
27 ottobre IMOLA
24 – 25 novembre MISANO

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale della scuola: http://bmwdrivingexperience.bmw.it/

 


TAGS: bmw serie 3 bmw serie 1 bmw pista misano adriatico autodromo di monza bmw serie 4 coupé corsi di guida bmw driving experience bmw m4 BMW Serie 2