Autore:
Luca Pezzoni

BANDIERA Land Rover festeggia il sessantesimo. Lo fa sempre fedele allo spirito british e alla vocazione tuttoterreno, senza paura di rinnovarsi e adattarsi al mondo che cambia. Sotto l'Union Jack in trasparenza si vede ora la bandiera indiana, ma niente timori per fedelissimi e ammiratori: il marchio continuerà a esportare percorsi fuoristradistici d'eccellenza. Certo che di strada ne ha fatta tanta da quando fu abbozzata per la prima volta l'idea di produrre un mezzo per il fuoristrada. Un'avventura partita da lontano, che ripercorriamo oggi con un viaggio fotografico di aneddoti e immagini.

TUTTO INIZIA... La Seconda guerra mondiale si avviava al termine. L'esercito inglese si rendeva conto di aver bisogno di una vettura leggera tuttoterreno per assolvere a compiti tattici e di assistenza. Nel frattempo Maurice Wilks, responsabile tecnico Rover iniziava a usare nella sua casa di campagna una Willys dell'esercito americano. Ben presto si rese conto dell'utilità di quello strano incrocio tra auto e trattore. Giusto il tempo di non trovarne i pezzi di ricambio e la soluzione non poteva che essere una: costruire una Rover "da terra". Era il 1947.

TRATTURI E BILANCI PULITI Intuizione che convinse eserciti di tutto il mondo e amanti (o forzati) della guida fuori dall'asfalto, con benefici e inaspettati effetti sui conti della Casa: le linee squadrate del fuoristrada con pannelli in alluminio avrebbero riempito le casse dell'azienda meglio delle berline con pretese upmarket. Il nome in codice del progetto, con l'aggiunta di Land a Rover divenne l'appellativo definitivo, mentre si dice che l'ovale richiamasse il coperchio di una scatola di sardine mangiata in fase di test.

ESORDIO POSTBELLICO In neppure un anno di lavoro, le buone idee nascono in fretta, si arriva alla prima definizione dellaType 1. Molto simile nei canoni alla Defender che ancora oggi esplora asfalti e terre del mondo. Al salone di Amsterdam, nel 1948, si presentò un fuoristrada nudo e crudo, con volante centrale (per essere utilizzabile su tutti i mercati e soprattutto per convincere il governo inglese a concedere gli sgravi fiscali riservati ai mezzi agricoli) e con dotazione ridotta al minimo. Accoglienza stampa entusiastica, apprezzamenti del mondo militare e successo commerciale decretarono un'invasione mondiale della Land.

LONDRA-SINGAPORE Wiston Churchill, esponenti della Casa Reale, contadini e giovani esploratori. L'epopea Land Rover, prima nome di un modello e poi marchio a se stante nell'universo Rover, passa anche attraverso epiche spedizioni. Prima dei sudditi di sua Maestà, memorabile la Londra-Singapore di tre studenti universitari nel 1955, poi organizzate direttamente dalla Casa. Con i trofei legati al "cammello dei fumatori" che mettevano in competizione equipaggi di varie nazioni in panorami e strade mozzafiato.

ANTICIPATRICE Ma anche trasformazioni in stile lusso, con cingoli o attrezzi agricoli: grazie alle prese di forza integrate la Land veniva buona per andare a Messa come per attaccarci la sega circolare per tagliare la legna. La vera cifra del successo Land Rover deve essere cercata in un mix unico di innovazione, classe e capacità di intuire in anticipo i desideri dei clienti. Senza paura di adattarsi e senza mai tradire lo spirito british. Ecco spiegato il salto epocale, filosofico e realizzativo, tra la Type 1, la Range Rover. Anticipatrice del fenomeno SUV e di tutti i manierismi contemporanei.

NICCHIE DI FUTURO In sessant'anni è nata una famiglia di prodotti. La capostipite ha cambiato nome diventando Defender, mentre Discovery e Freelander hanno allargato gli orizzonti, perché bisogna coprire tutte le nicchie e rispondere ad una concorrenza globalizzata. E si arriva al 2008, una data importante che coincide con gli Indiani capitanati da Ratan Tata, che mettono in atto un colonialismo al contrario. Ma più della finanza conta la coerenza tra marchio e prodotto: a Ginevra risplendeva la LRX. Così diversa e così Land. Guarda nella gallery le immagini di quasi tutti i modelli Land Rover, dal 1948 a oggi.

GLI ANNI PIU' IMPORTANTI
1948 Land Rover Serie 1 - L'esordio, nell'Inghilterra postbellica
1949 Army Edition - Le prime Land Rover per l'esercito inglese
1953 Lancio della prima versione a passo lungo
1958 Presentazione della prima Land Rover Serie II, che inaugura uno stile più raffinato
1966 La produzione Land Rover raggiunge le 500.000 unità
1970 Range Rover - lancio dell'iconico modello Land Rover in versione 2 porte
1976 A giugno viene superato il milione di Land Rover prodotte
1981 Il Camel Trophy si avvale esclusivamente di Land Rover
1982 Nasce la Range Rover 4 porte
1989 Discovery - lancio del terzo modello Land Rover
1990 Defender - la Land Rover originale viene rilanciata con un nuovo nome
1992 Nuove sospensioni pneumatiche per la Range Rover, primato mondiale per una 4X4
1993 Raggiunto il milione e mezzo di Defender venduti
1995 La produzione Land Rover raggiunge le 100.000 unità annue
1997 Lancio della Freelander, il quarto modello Land Rover
2002 Debutta la Range Rover di terza generazione
2004 Lancio della Discovery 3
2005 Lancio della Range Rover Sport, un enorme successo
2006 Programma di compensazione delle emissioni di CO2 per tutti i modelli in UK
2006 Lancio della Nuova Freelander, prodotta nei premiati impianti di Halewood
2007 Record di vendite, con 226.000 unità immatricolate nell'anno
2008 Land Rover LRX - Il concept vehicle LRX anticipa il futuro Land Rover



TAGS: 60 anni di land rover