Autore:
Luca Cereda

OK DALLA CAMERA Gli uomini del Monte(citorio) hanno detto sì: ieri la Camera dei deputati ha approvato il nuovo progetto di legge sulla sicurezza stradale e ora passa la palla al Senato per l'ulteriore "via libera". Rispetto alle anticipazioni, tante conferme e qualche importante novità. Pugno ancor più duro contro chi guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti, multe più salate per chi sfora i limiti di velocità (ma decurtazione di punti-patente ridotta) e tutti a studiare sui banchi di scuola l'educazione stradale. E poi: la scatola nera sarà montata anche sulle auto, i motociclisti faranno i conti col casco elettronico, mentre a guidare si comincerà presto (a 17 anni compiuti) con lezioni obbligatorie in autostrada e di notte. E se una persona non risultasse clinicamente idonea, ad avvisare le autorità ci penserà il medico-spia. Ecco, nel dettaglio, le principali norme che andranno a integrare il nostro codice della strada:

TASSO ZERO SOTTO I 21
Ai cosiddetti neopatentati - coloro che possiedono la patente da meno di tra anni - non sarà concesso alcun margine di tolleranza: prima di mettersi al volante non dovranno più bere una goccia di alcool e, se fermati, dovranno certificare un tasso alcolemico pari a zero. In caso contrario, sanzione immediata. Lo stesso varrà per i conducenti professionali e per chi guida veicoli che necessitano la patente di categoria C, D, E e BK. Tutti gli esclusi da queste categorie, invece, come prima rischiano la multa solo se colti alla guida con alcolemia superiore agli 0,5 g/l.

15 ANNI AL FRESCO
Quindici anni di carcere
è la pena massima prevista ora dal codice per chi, guidando in stato d'ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti, si renda responsabile di un incidente mortale che coinvolga più persone. Nella fattispecie, i 15 scattano automaticamente se il guidatore ebbro ha un tasso alcolemico che supera gli 1,5 g/l (la circostanza più grave contemplata dal codice).

NARCOTEST
Tra le anticipazioni confermate c'è il "narcotest". La polizia potrà verificare su strada – proprio come per l'alcolemia – se chi viene fermato ha assunto o meno degli stupefacenti prima di sedersi alla guida. Tale verifica verrà effettuata alla presenza di personale sanitario ausiliario, in assenza del quale gli agenti dovranno accompagnare il guidatore nella più vicina struttura sanitaria dove si possano effettuare gli esami. Stessa procedura se è lo stesso conducente a rifiutare di sottoporsi al narcotest sul posto.

A 150
Alzato a 150 km/h
il limite massimo di velocità sulle autostrade. Non su tutti i tratti, ma solamente dove la velocità è monitorata da tutor elettronici e la strada presenta tre corsie per senso di marcia.

CONTO SALATO, SCONTO PUNTI
Avviso a tutti "pesi massimi" dell'accelerazione: chi supera i limiti di velocità tra i 40 e i 60 km/h pagherà tra i 500 e i 2000 euro di multa. Ma se questi riceveranno un bel montante al portafogli, dall'altra parte vedranno i punti della patente ridursi di soli 6 punti, non più di 10. Viaggiare oltre i 60 km/h al di là del limite, invece, potrà costare dagli 800 ai 3200 euro di multa.

PASSAGGIO LIBERO, GRAZIE
Al passaggio di polizia o ambulanze, affrettarsi a lasciare strada libera: pena la sottrazione di 5 punti-patente. Tre in meno di quanti (8) se ne perderanno negando la precedenza ai pedoni, un'infrazione che prima della attuale modifica toglieva "solo" 5 punti al conto-patente. Laddove le strisce non ci sono, si incorre in una sanzione più bassa ma che comunque cresce rispetto alle norme precedentemente vigenti.

ECOPALETTI
Circolare con un veicolo - cita il testo del provvedimento - "appartenente, relativamente alle emissioni inquinanti, a categorie inferiori a quelle prescritte", porterà al conducente una multa da 155 a 624 euro. E qualora cadesse nell'infrazione per due volte nel giro di due anni, potrebbe vedersi sospesa la patente per un periodo compreso tra i 15 e i 30 giorni.

PLASTIC-PATENTE E CAMIONISTI "DRUG FREE"
Addio vecchio papiro: chi rinnova la patente la riavrà plastificata nel formato "credit-card" e non potrà più esibire quella di carta. I conducenti di veicoli "pesanti" (pullman compresi), assieme alla relativa patente di guida, saranno invece tenuti ad esibire una prova che attesti la loro estraneità all'uso di alcool e droghe.

SERVIZI (MEDICI) SEGRETI
Qualora un medico diagnosticasse a un suo assistito qualche genere di patologia capace di comprometterne l'idoneità alla guida, dovrà comunicarlo al ministero delle Infrastrutture tramite con una certificazione scritta e riservata.

SANZIONI "SCONGELATE"
Una volta incappati in una multa e in attesa che il ricorso venga accolto dal giudice di pace, non si potrà più godere della temporanea sospensione della sanzione stessa. Si accorciano invece i tempi per la comunicazione dell'infrazione: dai 150 giorni attualmente previsti si passa 90.

SCUOLA GUIDA E GUIDA A SCUOLA
A partire dall'anno scolastico 2010-1011, le scuole avranno l'obbligo di inserire nei programmi didattici dei corsi sull'educazione stradale. Passando dall'educazione stradale alla scuola-guida,  i "neopatentandi" potranno cominciare ad esercitarsi già a 17 anni (sempre a fianco di un adulto patentato da un decennio) e finalmente dovranno cimentarsi in lezioni impartite di notte e su tratti di autostrada.

SCATOLA NERA E CASCO ELETTRONICO
In attesa di ulteriori chiarimenti sul loro esatto funzionamento, ecco comparire due nuovi congegni a tutela della sicurezza su strada: la scatola nera e il casco elettronico. La funzione della prima è abbastanza intuitiva: semplicemente sarà un dispositivo analogo a quello degli aerei e servirà a registrare le variazioni di velocità e frenata, permettendo così di fare chiarezza sulla dinamica degli di sinistri e incidenti. Pare che sia stata caldeggiata anche dalle stesse compagnie assicurative. Quanto al casco elettronico, si tratterebbe di un dispositivo preventivo: che impedisce l'avviamento del motociclo finchè il casco non risulti ben allacciato.

TARGA AD PERSONAM
La targa diventa personale: non si lega più al veicolo ma al proprietario nel momento in cui si effettua un passaggio di proprietà.

PRONTO SOCCORSO ANIMALI
Confermata, infine, anche la normativa a tutela degli animali. Chi dovesse investirli o procurargli danno sarà tenuto a soccorrerli immediatamente, pena una sanzione pecuniaria che varia da 389 a 1559 euro. L'obbligo è stato stipulato nei confronti di alcune precise categorie di animali: quelli domestici, quelli da lavoro e le specie ritenute protette.

*(le vignette nella gallery sono state realizzate da alcune matite d'eccezione per le campagne sulla sicurezza stradale di "Vacanze coi fiocchi")


TAGS: patente nuove leggi