Nel giugno 1976 iniziò la produzione di serie della prima Golf GTI, un'edizione limitata la cui produzione doveva essere di soli 5.000 esemplari. La storia, però, andò diversamente. La Golf GTI da 110 CV, con una velocità massima pari a 182 km/h, conquistò una nuova clientela e diede vita al segmento delle GTI. Dai 5.000 esemplari previsti si è così arrivati, oggi, a 1,5 milioni. Le tappe fondamentali che hanno portato la Golf GTI alla quinta generazione sono riassunte qui di seguito:

1976 - debutto della prima generazione, con la Golf GTI da 100 CV.

1979 - primo restyling.

1982 - la Golf GTI eroga una potenza pari a 112 CV.

1983 - introduzione della serie speciale "Pirelli-GTI".

1984 - debutto della seconda generazione della Golf GTI.

1984 - introduzione della marmitta catalitica (107 CV di potenza invece di 112 CV).

1985 - restyling e introduzione dei doppi proiettori anteriori e del doppio terminale di scarico.

1986 - debutto della Golf GTI 16V (139 CV di potenza senza marmitta catalitica, 129 CV con marmitta catalitica).

1990 - introduzione della Golf GTI con motore G60 (160 CV).

1991 - debutto della terza generazione, con la Golf GTI da 115 CV.

1992 - introduzione della Golf GTI 16V da 150 CV.

1996 - presentazione del modello speciale per l'anniversario "20 years edition".

1996 - introduzione della Golf GTI TDI da 110 CV.

1998 - debutto della quarta generazione della Golf GTI, nelle versioni a benzina da 150 CV (1.8 T) e V5 da 150 CV (successivamente 170 CV) e nelle versioni Diesel TDI da 110 CV e 115 CV (successivamente 130 CV).

2000 - introduzione della Golf GTI TDI da 150 CV.

2001 - introduzione della Golf GTI con motore Turbo da 180 CV (dapprima come modello speciale "25 years edition GTI").

2004 - debutto della quinta generazione, con la Golf GTI da 200 CV.