Autore:
Paolo Sardi

NEL NOME DEL... LA NONNA Per l'occasione la nipotina ha addirittura cambiato nome: non più Seicento ma... 600! Ok, la svolta non sarà di quelle epocali ma il gesto è comunque di quelli carini. Da oggi, addio dunque alle lettere e si torna ai numeri. Cifre cromate, proprio come quelle della capostipite di cui la Fiat festeggia il 50° compleanno lanciando una serie speciale della sua attuale citycar.

FANTASIA L'operazione rientra a meraviglia nel piano che vuole vedere l'azienda ripartire dal recupero delle proprie origini. La Fiat 600 50th (questo il nome preciso, all'inglese, giusto perché 50° era un po' troppo provinciale) si veste dunque come una utilitaria dell'epoca del boom economico. Sulla tavolozza Fiat sono predisposte tre tinte pastello, tutte accomunate da nomi piuttosto originali: verde "spirito libero", blu "testa tra le nuvole" e avorio "acqua e sapone". E che dire di un giallo "Pinocchio svenuto", di un rosso "ciccia e brufoli", di un nero "caro estinto" o di un grigio "Torino uggiosa"?

CITAZIONI DOTTE A fare da trait-d'union tra le tre colorazioni c'è pure una linea che attraversa tutta la carrozzeria in senso longitudinale, citazione dotta delle 600 da corsa di una volta. I richiami al passato non finiscono però qui. Sulla 600 50th, lo stemma circolare Fiat è affiancato nel frontale da due lunghi baffi cromati, che trovano prosecuzione ideale nelle modanature delle porte.

LAPO DOCET L'abitacolo rispecchia lo stile della carrozzeria, con colori chiari e tenui a farla da padroni assoluti. I rivestimenti sono in tessuto bicolore grigio e avorio, tinta utilizzata anche per le cornici delle bocchette e per la parte centrale della console. La 600 50th ostenta fiera sugli schienali dei sedili anteriori il marchio Fiat, scritto con la stessa grafica utilizzata per la linea d'abbigliamento Vintage. Quella delle felpe di Lapo, giusto per intendersi.

ALTI E BASSI Detentrice del primato di auto a quattro posti più compatta del mercato e pecora nera nei test EuroNcap con un numero di stelle da pensione a ore, la 600 viene venduta in questa versione a 8.900 euro, equipaggiata di tutto punto con il climatizzatore, l'impianto stereo con lettore CD e il servosterzo elettrico. A spingerla è un altro campione di longevità, il sempreverde Fire 1.1 che eroga 54 cv e assicura una velocità massima di 150 km/h, sorseggiando una media di 6 litri di verde ogni 100 km.