Autore:
Luca Pezzoni

BAR SPORT Chi non l'ha mai fatto? Si parte da adolescenti, magari vivisezionando le compagne di classe, o le attrici, più quotate. Poi con i calciatori o i piloti. E si finisce con le auto. Come dovrebbe essere l'auto ideale? Tanti luoghi comuni e una verità di fondo. L'auto perfetta non esiste. Ma si può sognare.

ANALISI DI MERCATO L'ha fatto un sito inglese del settore automotive (New Car Net). Ha chiesto ai suoi lettori di indicare, sezione per sezione, l'auto dei sogni. Nessun limite e nessuna regola specifica di accoppiamento. Il bello o il desiderato a comandare e perfetta democraticità. Un voto al ricco un voto al povero. Un voto alla generazione happy-hour come al nostalgico reazionario. Fino a definire il meglio, pezzo per pezzo. E a metterlo nero su bianco grazie alle infinite risorse di photoshop.

LA PROGENIE Il risultato é interessante anche se senza nessuna pretesa scientifica. Non mancano certo i punti di discussione. Partiamo dalla foto. Che si fa prima. Il muso della supercar sondaggistica se lo prende la Porsche. Boxster per la precisione. La linea del tetto e soprattutto del padiglione compreso il terzo volume si deve alla Jaguar XK. E fin qui niente da dire. Due auto da sogno o comunque al top. La sorpresa viene analizzando la forma complessiva del moderno Frankenstein automobilistico. Partorito e rielaborato dai grafici sulla base delle preferenze raccolte.

SPORTCOUPE' Che piacessero le auto di taglio sportivo, delle coupé, se ne erano accorti da tempo i costruttori di auto di lusso o supercar. Non per niente James Bond come auto ufficiale mica usa una monovolume. E però, che al look sportivo gli automobilisti preferissero abbinare le quattro porte non era tanto scontato. E improvvisamente si capisce che Porsche Panamera e Aston Martin Rapide non faticheranno a raccogliere successi sonanti già al debutto. Nel frattempo Mercedes, con la CLS unica rappresentante ad oggi allineata ai risultati del sondaggio, dimostra di esser stata lungimirante.

OSPITALE Sportiva sì, ma anche ospitale. Su questo gli automobilisti d'oltremanica sono intransigenti. L'auto ideale non può e non deve essere una due posti secchi. No. Devono esserci da tre posti in su.Meglio se cinque. Così viene fuori quest'ibrido, con il padiglione della XK ma un tetto allungato, come se il fax si fosse bloccato nel riprodurre la foto.

SPRECONI A confermare che la gente è stufa di automobili esose e bevone ci pensa la scelta del carburante. Diesel e ibrido accendono il desiderio, e si capisce. Risparmio alla pompa e coscienza salva. Con tanti saluti ai nostalgici della benzina che ancora non si rassegnano. Non servono neppure cilindrate e cavalleria da muscle car.Un motore potente ma non esagerato pare preferito da un intervistato su due. Gli estremisti, divisi, del troppo o del troppo poco rimangono a guardare in minoranza. Effetti del maggioritario senza proporzionale.

ACCESSORI La lista degli accessori, se si dovesse dare retta a tutte le risposte, probabilmente sarebbe più lunga di quella Audi o Bmw. Impresa di per sé non facile. Allora si fa prima ad elencare la triade che proprio non può mancare: alzacristalli elettrici, aria condizionata e servosterzo. Altrimenti ci arrabbiamo. Il minimo sindacale in materia sicurezza, nessuno vuol scendere sotto, prevede cinture di sicurezza airbag e Abs. Tutto prevedibile e oramai parte della dotazione di qualsiasi utilitaria. Ci mancherebbe altro.

IBRIDA Tirando le somme, la Sportcoupé della foto, con 4 posti, un motore a benzina potente il giusto, la grinta della Porche, la classe della Jaguar... e i cerchi con il design della Avensis (l'avreste mai detto?) sembra essere l'auto da calendario per il classico Mr. Smith. Rimane qualche dubbio e la curiosità di ripetere l'esperimento nazione per nazione. Cosa direbbe il Signor Bianchi?

ETERNI BAMBINI E comunque, volendo raccogliere la sfida, si potrebbero immaginare mille declinazioni diverse. La sportiva ideale, l'utilitaria ideale, la cabrio ideale. E chi finisce più? Meglio il muso della FX 45 o quello della prossima X5? A proposito, e se la Jaguar avesse il rumore della Gallardo? E se la ripresa della prima Golf 16 valvole...

GUARDALA IN GRANDE


TAGS: dream car: ecco l'auto ideale