Autore:
Paolo Sardi

PIACE MATURA C'è chi dopo il succeso finisce a mo' di meteora dritto e filato nel dimenticatoio e chi, invece, è proprio con l'arrivo della maturità che viene apprezzato di più. George Clooney e Sean Connery non c'entrano: stavolta è il caso della Volvo XC90, le cui vendite non danno preoccupanti segni di flessione nel tempo. C'è poco da stupirsi, dunque, che in Svezia abbiano deciso di usare la mano leggera al momento di realizzare un restyling.

SGUARDO MAGNETICO

Il nuovo model year si distingue a prima vista da quello attuale solo se si ha un'occhio molto fino. Le differenze principali riguardano i gruppi ottici. I fari hanno ora uno sguardo più intenso e una nuova palpebra superiore grigia. La fanaleria di coda ha invece una diversa organizzazione: scompare la doppia coppia di elementi circolari per le luci di retromarcia e le frecce, ora raggruppate in una nuova sezione bianca squadrata.

OCCHIO DI FALCO

Qualcosa di diverso si nota anche a livello dei paraurti, che hanno una maggior superficie in tinta con la carrozzeria. Quello posteriore ha un'aria appena più bombata e incornicia una piastra di protezione più estesa, mentre davanti la parte in plastica nera è un po' più prominente al centro. Inediti sono anche gli specchietti retrovisori, che incorporano gli indicatori di direzione e possono essere integrati dal sistema BLIS (Blind Spot Information System) che guarda le spalle del pilota informandolo su cosa accade nell'angolo morto della sua visuale. Le barre al tetto sono ora in metallo satinato anziché nere. All'interno dell'abitacolo le forme restano sostanzialmente quelle note. Le piccole modifiche, volte ad aumentare la qualità percepita, riguardano alcuni materiali, di maggior pregio e più piacevoli al tatto.

CUORE NUOVO

La novità principale finisce così con l'essere il debutto sotto il cofano dell'XC90 del nuovo motore a sei cilindri in linea da 3,2 litri che farà parte anche della gamma della S80 prossima ventura. Per questo motore si parla di una potenza massima di 238 cv e di un picco di coppia di 320 Nm, grazie all'adozione della fasatura variabile delle valvole. In Italia a fare la parte del leone nella raccolta ordini saranno comunque le versioni a gasolio spinte dall'apprezzato D5 da 2,4 litri, cui la Volvo potrebbe però affiancare in futuro anche un nuovo motore di maggior cubatura.

TAGS: volvo xc90 2006