Autore:
Luca Cereda

COSI’ FAN TUTTE La bomba è esplosa nel 2010 con l’arrivo della Juke. Da allora, tutti (o quasi) hanno risposto al fuoco, e il fenomeno è letteralmente esploso. Dalla Mokka – la prima a prendere la ruota della Juke – all’Audi Q2 appena presentata a Ginevra, il segmento delle B-SUV è diventato il più scoppiettante del mercato, oltre che uno dei più redditizi. I marchi generalisti ci si sono tuffati a pesce, con due eccezioni: Toyota e, soprattutto, Volkswagen. Ma è soltanto questione di tempo.

PREVIEW Nel 2018 anche Wolfsburg avrà il suo mini-suv. Nascerà sulla base della Polo, grazie alle virtù trasformistiche della piattaforma modulare MQB. Capace di contenere le misure di questo suv cittadino in una lunghezza compresa tra i 410 e i 420 centimetri, l’ideale quando si cerca il parcheggio col coltello tra i denti. Quanto allo stile, invece, questo rendering creativo del designer Jan Kamenistiak rende bene l’idea di come potrà il “Polo SUV”. Altrimenti, sfogliate le immagini della Volkswagen T-Cross Breeze, immaginatevi un tetto in lamiera a chiudere l’abitacolo e avrete un’idea altrettanto verosimile.

UN MILLE TOSTO Per il resto si viaggia a indiscrezioni. Ad esempio, il fatto che la concept T-Cross sia stata presentata con un mille turbo da 110 cavalli (uno dei livelli di potenza più in voga nel segmento) sotto il cofano lascia pensare che possa essere questo uno dei suoi motori di punta. Con una gamma completata da alternative di cilindrata superiore (e cavalleria inferiore) e dagli immancabili turbodiesel del gruppo VW.

IL RESTO DELLA FAMIGLIA Aspettando questo piccolo SUV, magari battezzato proprio T-Cross, Volkswagen – intesa stavolta come Gruppo – non intende stare ferma. Nel 2017 è previsto infatti il lancio della sorellina della Seat Ateca, altra SUV/crossover di segmento B. Pure la Golf, nel frattempo, darà vita a una Sport Utility, un po’ più grande e dal taglio un po’ più sportivo, come suggeriva a suo tempo la concept T-Roc. Infine c’è la Tiguan, dal mese prossimo nelle concessionarie e in predicato di metter su famiglia. La versione XL, a sette posti, già prevista per l’America, potrebbe arrivare anche in Europa, mentre la nuova Touareg non passerà in vetrina prima del 2018.   

   

Credits immagine: Jan Kamenistiak


TAGS: volkswagen volkswagen polo volkswagen polo suv volkswagen small suv suv compatto volkswagen