Autore:
Gilberto Milano

COSE DI CASA Curioso che un debutto tedesco avvenga a pochi giorni dalla chiusura del Salone di Francoforte e così lontano da casa. Di fatto la Volkswagen sceglie la passerella di Tokyo per far conoscere al mondo la sua nuova Polo GTI, vettura che già nella sigla dice tutto.

RITORNO AL PASSATO

Trattasi infatti della versione più potente mai realizzata della city-car di Wolfsburg, che va a rimpiazzare la precedente edizione del 1998, molto meno vistosa della nuova e notata anche poco da noi nonostante le prestazioni interessanti da parte del 1.4 da 125cv, capace di 205 km/h di velocità massima e di un tempo di 8,7 secondi nel 0-100 km/h. Tolta dal mercato nel 2002 torna oggi in versione riveduta e aggiornata.

ALTRI NUMERI

Nel motore intanto, un 1.8 litri turbo con cinque valvole per cilindro, 150 cv, 216 km/h di velocità massima, 229 Nm di coppia massima a 1950 giri e uno scatto capace di coprire i 100 km/h da fermo in 8,2 secondi.

FAMILY FEELING

Il look è quello della sorella maggiore Golf GTI, da cui eredita (in scala ridotta) la bocca larga di famiglia, evidenziata dalla stessa griglia nera a nido d'ape con bordino rosso che farebbe sembrare cattiva anche una Fiat Seicento. Riprese dalla Golf GTI anche le prese d'aria laterali nella parte bassa del paraurti con fendinebbia intergrati, e i fari anteriori incorniciati di nero.

TUTTA GRINTA

Nessuna novità sul posteriore, con spoiler e terza luce integrata come nella versione più tranquilla, tranne i due scarichi in acciaio cromato che spuntano sotto la scritta GTI. Identica anche la fiancata, con la minigonna in nero che aggiunge grinta all'insieme, ben supportata dai cerchi da 16" con design particolare a cinque razze e da un assetto ribassato di 15mm che esalta ancora di più il carattere da sportiva.

UNA VERA GTI Oltre che in rosso, la Polo GTI verrà proposta in nero, argento metallizzato e bianco

. Rosse saranno anche pinze dei freni, mentre per l'interno il tutto nero serve a creare un ambiente adeguato al rango. Sedili sportivi e tessuto "Interlagos" a quadri, tipici dell'allestimento della Golf GTI, volante sportivo a tre razze rivestito in pelle, pedaliera in alluminio e finiture in colore argento metallizzato completano l'opera.

SI FA ATTENDERE

Per vederla subito non resta che recarsi a Tokyo dal 21 ottobre al 2 novembre, altrimenti aspettare la prossima primavera, quando la Polo GTI sarà disponibile sul mercato italiano. Sempre che in Volkswagen non decidano di esporla al prossimo Motor Show di Bologna, dal 3 all'11 dicembre prossimi.

TAGS: volkswagen polo gti