SETTE VOLTE Arriverà sul mercato già a metà novembre, la settima generazione della Volkswagen Passat che ha debuttato in quel di Parigi. Esteticamente strizza forte l'occhio alla Phaeton, con quel frontale fatto di linee che si sviluppa in orizzontale ed è "sdoppiato" dal paraurti. Come da tradizione, la berlina media  tedesca ha cercato di migliorare i suoi standard qualitativi - soprattutto nelle finiture e negli interni - nella speranza di strappare qualche cliente alla clientela dei vari marchi come Bmw e Audi. Parallelamente, però, non perde di vista l'attenzione ai consumi e dovrebbe pure mantenere il prezzo allineato alle cifre di sempre.

APRITI SESAMO Tra le new entry della settima generazione c'è molta tecnologia: sistema start&stop per tutte le versioni turbodiesel Trendline, luci adattive in curva per gli allestimenti con fari bixeno, lane assist, side assist, funzione di frenata di emergenza City e sistema di accesso facile al bagagliaio (per aprirlo non serve nemmeno schiacciare il pulsante, basta avvicinarsi alla zona del bagagliaio con la chiave in tasca).

DIECI MOTORI PER ME , POSSON BASTARE? I motori disponibili saranno in tutto dieci. Quattro a benzina: un 1.4 litri da 122 CV, un 1.8 da 160 CV, un 2.0 da 211 CV e un V6 da 300 CV); quattro turbodiesel: 1.6 da 105 CV, 2.0 da 140 e 170 CV, 2.0 BlueTDI da 140 CV); e infine i due "verdi", un 1.4 da 150 CV EcoFuel a metano  e un 1.4 da 160 CV a benzina-etanolo. Per tutti VW garantisce un risparmio nei consumi - rispetto alla vecchia generazione- che arriva al 19%. Eccola nella nuova mega gallery in attesa di potervela descrivere in dettaglio dopo la prova su strada in programma la prossima settimana.


TAGS: volkswagen passat foto l'elenco aggiornato salone di parigi 2010