Autore:
Massimo Grassi

QUARANTANNI E NON SENTIRLI Ben 32,5 milioni di unità vendute in 42 anni. Di chi sto scrivendo? Dai che l’avete indovinato! Esatto, si tratta della Volkswagen Golf, la tedesca che da quasi mezzo secolo domina il segmento delle vetture compatte. Per la settima generazione, lanciata nel 2012, sta per arrivare ormai il momento del restyling. Quando? La risposta arriva direttamente da Wolfsburg: inizio novembre. Il “dove” non lo conosciamo ancora.

RITOCCHI DI SOSTANZA In 42 anni l’aspetto della Volkswagen Golf non è mai stato stravolto. Pensate che potrà avvenire col classico restyling di metà carriera della settima generazione? Esatto: no. Quello che ci aspettiamo riguarda piccoli ritocchi ai gruppi ottici (con tecnologia full led), paraurti e mascherina. Più sostanziose dovrebbero essere le modifiche in abitacolo, dove sbarcheranno un rinnovato sistema di infotainment e il virtual cockpit già presente su numerosi modelli Audi.

SOTTO SOTTO… Il restyling riguarderà anche i motori: sotto il cofano della rinnovata Volkswagen Golf dovrebbe arrivare il 1.5 TSI nelle versioni da 130 e 150 cv. Probabile poi anche l’aumento dell’autonomia della e-Golf, la versione elettrica della compatta di Wolfsburg. Non ci stupirebbe poi un aumento di cavalli per le versioni sportive GTI ed R.


TAGS: volkswagen golf volkswagen restyling Volkswagen Golf restyling