Autore:
Luca Cereda

VOGLIA DI SPAZIO Presentato in occasione del Salone di Francoforte e disponibile a partire dai primi mesi del nuovo anno, Il Caddy Maxi tenta di coniugare le esigenze di un mezzo spazioso con le caratteristiche di comfort di una berlina. Il suo target, infatti, si ritaglia da un pubblico che chiede spazio, efficienza, ma non vuole rinunciare alla comodità, alla maneggevolezza e, perché no, a un minimo di eleganza.

GRANDE GRANDE Grande prima di tutto, il Caddy Maxi si quantifica in 47 centimetri in più rispetto al precedente modello, passando da 4,405 metri a 4,875m. Pacchi ingombranti, vestiti o casse di frutta e verdura lasciano il posto a ben sette passeggeri comodamente adagiati sulle loro poltroncine, pronti a godersi il viaggio con il massimo del comfort senza rinunciare a un proprio bagaglio al seguito.

STESSA FACCIA I lineamenti sono di famiglia. Il design è quello del Caddy Life, sebbene adattato alle nuove misure. Lo sbalzo posteriore è maggiorato di circa 15 centimetri e ce ne sono 31 in più tra le porte scorrevoli. Anche il passo si fa più lungo, guadagnando 30 cm rispetto all'edizione precedente: da 2.682 mm arriva fino a 3.002 mm. Il muso è allungato, quasi come fosse tirato in fuori, allontanandolo dalle forme tondeggianti delle monovolume; ad accentuare questa sensazione concorre un parabrezza molto inclinato, mentre il resto della vetratura ne esalta la superiore capacità interna.

PIU' DI PRIMA Il Caddy Maxi, come si conviene ad ogni evoluzione che si rispetti, mantiene quelli che erano i pregi del suo antesignano e le caratteristiche che ne hanno fatto la fortuna. Su tutte, la cura quasi maniacale nello sfruttamento degli spazi attraverso un'intelligente organizzazione interna che permette, a equipaggio completo, di trovare posto per un ulteriore carico (il vano bagagli ne accoglie fino a 380 litri) senza sacrificare la comodità dei passeggeri. Compresi gli occupanti delle due file posteriori (da tre e due passeggeri) che godono del medesimo agio delle postazioni anteriori.

VERSATILE L'ingresso nell'abitacolo è agevole, due ampie porte scorrevoli di serie (70 cm di larghezza e 1,10 metri di altezza) aprono alle infinite risorse di un mezzo concepito sull'incontro di due anime automobilistiche diverse, ma affatto inconciliabili. Rispetto al Caddy Life, il Maxi offre cinque centimetri di spazio utile in più tra la seconda e la terza fila di sedili. La seconda fila, poi, può essere ripiegata e spostata in avanti per organizzare lo spazio a seconda delle esigenze. Stesso discorso vale anche per la terza, la quale può essere addirittura rimossa interamente in modo facile ed intuitivo, aumentando così la portata del vano di carico che passa a 1.350 litri lasciando cinque posti utilizzabili (4.200 litri è invece la massima capacità di carico).

TRE MOTORI Non si dimentichi un altro aspetto importante:i muscoli. Il Caddy Maxi Life è soprattutto un mezzo potente, che garantendo ottime prestazioni riesce a mantenere bassi i consumi. Sarà disponibile con un motore a benzina da 102 CV e con due TDI con filtro antiparticolato di serie. Una novità per la gamma è il 2.0 TDI da 140cv con 320 Nm di coppia fermo restando che nella gamma a gasolio la motorizzazione d'accesso è il 1.9 TDI da 105 CV, che può essere fornito in abbinamento con il cambio a doppia frizione DSG.


TAGS: volkswagen caddy maxi