Autore:
Andrea Rapelli

NETTARE OTTANICO In un profluvio di ibride, elettriche, plug-in e chi più ne ha più ne metta, fa piacere sapere che qualcuno, ogni tanto, torni a progettare motori nel senso stretto del termine. L'ha fatto Volkswagen, estraendo dal cappello un nuovo W12 6.0 TSI che finirà, molto probabilmente, sotto il cofano della Bentley Bentayga.

IL FUTURO E' QUI L'annuncio è arrivato giusto giusto al 36° Vienna Motor Symposium, dove i papaveri di Volkswagen hanno anche dato qualche anticipazione sul futuro dei cuori VW. Dicendo, in soldoni, che si giocherà tutto sull'ottimizzazione dei motori a combustione interna: in particolare, il principale nemico degli ingegneri è l'attrito fra componenti meccanici, che deve essere ridotto ai minimi termini. In questo modo, aumenta l'efficienza generale del propulsore.

LASER ROUGHENING Come si riduce l'attrito? Secondo Volkswagen con la tecnica costruttiva del (passatemi il termine) irruvidimento laser, che verrà impiegata su larga scala nei prossimi anni. Fra l'altro, questa tecnologia semplifica il processo produttivo e può essere usata su un ampio spettro di materiali, permettendo di raggiungere grandi benefici in termini di prestazioni.

W12 MA NON VIBRA E arriviamo alla nuova generazione del W12 che sfrutta, tanto per cominciare, due sistemi di iniezione – il TSI del gruppo e il TMPI multipoint della Bentley – capaci di lavorare insieme. Della partita pure un circuito olio adatto anche per gli impieghi più gravosi in fuoristrada, la disattivazione dei cilindri a richiesta, due turbo twin-scroll e perfino speciali ammortizzatori idraulici con attuatori elettromagnetici in grado di eliminare le vibrazioni a motore acceso.

PARSIMONIOSO Il W12 6.0 TSI arriva così a imprimere sulla scheda tecnica ben 608 cv e 900 Nm tra 1.500 e 4.500 giri, per velocità – a seconda dei modelli che muoveranno – superiori ai 300 km/h e accelerazioni da 0 a 100 sotto i 4 secondi. Il tutto, con meno di 250 grammi di CO2 per km e consumi che, annunciano in VW, sapranno stupire.

TSI E 2 LITRI TDI A margine è stato annunciato perfino un tre cilindri TSI con turbo che, grazie all'ausilio dell'e-boost, può raggiungere i 272 cv e i 270 Nm. Infine, sul nuovo Multivan debutterà la nuova generazione di 2 litri TDI: meno consumi (calati, in media, del 14%), normativa Euro 6 rispettata, mono o biturbo a seconda delle potenze, che vanno da 84 a 204 cv.


TAGS: tdi tsi volkswagen w12 6.0