Autore:
Tommaso Crociera

IN CONTEMPORANEA Se si fossero messe d'accordo, Honda e Toyota non sarebbero forse riuscite a sincronizzare meglio la presentazione di varianti messe giù da guerra delle loro due proposte più attente all'ambiente, rispettivamente la Insight e la Prius. Entrambi i colossi nipponici hanno deciso di far sfilare infatti le loro paladine del verde in abito sportivo sulla passerella del Tokyo Auto Salon 2010, una kermesse dedicata soprattutto al tuning e ai preparatori. Dopo aver analizzato la Insight Modulo (il link all'articolo è qui a destra), tocca ora dunque alla Prius finire sotto la lente in questa versione G Sports (o G's per gli amici).

PUNTO G La scelta della G non è casuale. Questa lettera ricorre infatti spesso nei nomi delle Toyota sportive più famose del passato. Inoltre è anche l'iniziale del GAZOO Racing, un gruppo di piloti tester che ha corso la 24 ore del Nürburgring con la Lexus LF-A e che ha contribuito a sviluppare questa G Sports a livello di assetto e dinamica di guida. Il tutto è pensato per cercare di regalare al pilota il massimo del piacere, oltre alla possibilità di avere un'auto personalizzata direttamente dalla Casa in catena di montaggio.

ECO-TUNING Da un punto di vista estetico, rispetto all'acerrima rivale, la Toyota sfoggia un look più ricercato e tecnologico. La linea disegnata dal Centro Stile delle tre ellissi svolge in modo apparentemente più scientifico il tema dell'eco-tuning. Sin dal primo sguardo traspare evidente il lavoro fatto per migliorare la già ottima aerodinamica della Prius. Il pezzo forte della G Sports è la carenatura delle ruote posteriori, che sono protette dai vortici d'aria come il cavallo del picador dalle cornate del toro durante la corrida.

FIL ROUGE Il frontale non è da meno, senza un pelo fuori posto. Gli spigoli del fascione sono arrotondati e la baffuta mascherina ai lati dello stemma scompare per rendere il frontale levigatissimo. A movimentare le sue forme c'è un trittico di prese d'aria, mentre sul lato B gli occhi indugiano sulla parte bassa. Qui il paraurti fa una specie di scalino e ospita un doppio scarico che, sull'ecologica Prius, fa lo stesso effetto di un fucile in mano a Ghandi. L'abitacolo è sulla stessa lunghezza d'onda della carrozzeria. Le strisce rosse che segnano le porte posteriori fanno da ritornello anche sulla stoffa dei sedili sportivi e il rosso torna nuovamente sul pomello del cambio e sulla ghiera attorno alla leva.


TAGS: prius hybrid insight sports modulo gsports