Autore:
Paolo Sardi

SEMPREVERDE Non c'è niente da fare: i costruttori Giapponesi, sotto sotto, sono dei gran romanticoni. A certi modelli particolarmente indovinati e carismatici si affezionano e faticano a farli uscire di produzione, pronti a riportarli sotto i riflettori alla prima occasione buona. Un esempio nel mondo moto è stato offerto giusto lo scorso anno dalla Yamaha, con la SR 400, e tocca ora alla Toyota compiere un'operazione simile con la Land Cruiser 70. Lanciata nel 1984, questa fuoristrada delle Tre Ellissi è rimasta nel listino nipponico per una ventina d'anni e nel 2004 non è comunque mai uscita completamente di scena, mandata a trascorrere una serena vecchiaia sul mercato australiano e in altre realtà asiatiche e africane.

A VOLTE RITORNANO Ora i vertici della Casa hanno deciso di cedere alle pressioni dei molti appassionati di questo modello e, proprio in occasione del suo trentesimo anniversario, sono pronti a riportare nelle concessionarie la Toyota Land Cruiser 70, almeno per un annetto. Due le versioni previste, Wagon a quattro porte e Pick-up doppia cabina, entrambe spinta da un motore 4.0 V6 da 231 cv e 360 Nm abbinato a un cambio manuale a cinque marce. Chiaramente, rispetto alla prima edizione, le dotazioni di sicurezza sono aggiornate, con ABS e un ricco stuolo di airbag di serie, così come un computer di bordo.