Autore:
Massimo Grassi

TURBO? NO GRAZIE Inizio subito a dirvi cosa non ci sarà: il turbo. Il restyling della Toyota GT86 infatti tocca unicamente estetica e tecnologia di bordo, per il resto la coupé sportiva giapponese rimane al 2.0 boxer aspirato da 200 cv capace di spingerla fino a 226 km/h e farla passare da 0 a 100 in 7,6”. Per avere più cavalli bisognerà quindi attendere la nuova generazione della sportiva delle 3 ellissi, ovvero quella sviluppata assieme a BMW. Rimane (e meno male) anche la trazione posteriore. Il cambio? Se proprio non volete il manuale 6 marce (la morte sua) potete sempre scegliere l’automatico.

SGUARDO A LED Nuovi sono invece i paraurti, con quello anteriore con prese d’aria più grosse che fanno sembrare la Toyota GT86 ancora più cattiva. Cambia anche la firma luminosa grazie ai nuovi fari anteriori a led. Nell’abitacolo sbarcano il volante con comandi per l’autoradio e il monitor tft (a colori) da 4,2 pollici sistemato tra tachimetro e contagiri.

UN ALLESTIMENTO, DUE PACCHETTI La rinnovata Toyota GT86 sarà disponibile nell’unico allestimento Rock & Roll, con prezzo di 31.700 euro. Se volete qualcosa in più potete scegliere tra 2 pacchetti: Sport Pack, con spoiler in alluminio, oppure Leather Pack, con sedili in pelle riscaldabili e inserti in argento. 


TAGS: toyota coupe sportive toyota gt86