Autore:
Paolo Sardi

PROVACI ANCORA, AURIS La prima generazione della Toyota Auris si appresta ad andare in pensione senza avere lasciato un segno indelebile nella storia del segmento C, almeno dalle nostre parti. Ora la nuova Toyota Auris 2013 ci riprova e, a prima vista, le speranze di successo per la nuova generazione sono migliori, anche se il momento non è certo il massimo per il mercato.

UN VOLTO NUOVO Ciò che rende la Toyota Auris 2013 più appetibile della sua progenitrice è in primis un look più personale e moderno. Ora lo stile del frontale è più grintoso e mostra un chiaro family feeling con l’ultima Yaris. A fare da filo conduttore ci sono la mascherina leggermente appuntita, che ai lati si congiunge con fari sottili e appuntiti. Molto particolare è lo sviluppo dell’insieme parafango-passaruota,  con il primo molto spallato e il secondo dal bordo appiattito. Un altro segno particolare è la presa d’aria inferiore trapezoidale detta Under Priority, che fa a sua volta da prezzemolo tra ultime novità della gamma.

A TUTTO VOLUME La fiancata esce meno dal seminato, mentre la coda torna a fare dell’originalità un’arma in più, con luci dalla forma ricercata e un portellone leggermente incassato. Alle sue spalle si apre un bagagliaio da 360 litri e che offre una lunghezza utile superiore di 90 mm rispetto al passato. Se aggiungiamo il fatto che 20 sono anche i mm in più per le ginocchia di chi siede dietro e che la lunghezza complessiva aumenta di soli 30 mm (ora siamo a 4.275 mm) bisogna riconoscere che gli ingegneri hanno fatto un buon lavoro.

GIU’ LA TESTA Quando si parla di misure, la differenza maggiore rispetto alla vecchia Auris si registra però in altezza. La Toyota Auris 2013 è infatti ben 55 mm più bassa di quella che va a sostituire (adesso è 1.460 mm). Ciò rende la macchina più sportiva e più piantata a terra, con sensibili benefici anche in tema di aerodinamica: il Cx è infatti pari a 0,28. Con tetto si abbassa anche il baricentro, a tutto vantaggio della guidabilità, che dovrebbe beneficiare anche di modifiche allo sterzo e alle sospensioni, oltre che si una scocca irrigidita del 10% grazie all’uso di acciai più resistenti. Passi avanti si annunciano anche sul fronte della qualità percepita nell’abitacolo, con materiali morbidi e rivestimenti curati.

AMPIA SCELTA Quanto alla gamma motori, la Toyota Auris 2013 offrirà un’ampia scelta. Come si può vedere anche nella gallery, non manca una proposta ibrida, l’Auris Hybrid Synergy Drive, con motore 1.8 accocciato a un’unità elettrica, così come sulla Prius. Per i più tradizionalisti ci sono poi due turbodiesel 1.4 e 2.0 e due benzina, 1.3 e 2.0. 

 

GUARDA IN VIDEO DELLA TOYOTA AURIS HYBRID 2013 


TAGS: toyota foto auris anteprima ufficiali veli Tutte le novità del Salone di Parigi 2012