Autore:
Luca Cereda

CHI SI RIVEDE Dopo un annetto di gestazione la Ssangyong ha finalmente ultimato il suo pick-up “double cab” (a doppia cabina). Si chiama Ssangyong Korando Sports, deriva dalla concept Sut 1 esposta al salone di Ginevra 2011 e in questi giorni sta facendo bella mostra di sé al salone di Bruxelles, in corso fino al 20 gennaio. La nuova arrivata tra le fila coreane dovrebbe sbarcare nelle concessionarie europee entro la prossima primavera. Sotto il cofano monta un duemila diesel che promette bassi consumi ma la maggior parte delle specifiche tecniche e di allestimento, nonché i prezzi indicativi, restano tuttora ignoti.

CAMBIA FACCIA Somiglianze con la concept Sut 1, che già allora pareva abbastanza prossima alla linea di produzione, ne sono rimaste eccome. Tuttavia, a una prima, rapida occhiata, la Ssangyong Korando Sports appare un po’ normalizzata dal passaggio dal prototipo alla versione di serie. Soprattutto sembrameno spaccona di prima, con un frontale un po’ più automobilistico e meno da suv sportivo, in confronto a quello della concept. Confermata la particolare nervatura del cofano, che disegna una profonda “U”, gruppi ottici e mascherina non hanno più lo stesso appeal di prima.

FIFTY FIFTY Altrettanto evidente è che le sue origini non partono dalla Korando, bensì dalla Actyon Sports. Dunque il nuovo pick-up della Ssangyong conferma solo parzialmente la discendenza inserendo “Korando” nel nome come parolina magica, sperando forse che il richiamo al proprio modello di punta possa aiutarne in qualche modo la carriera commerciale della Korando Sports. Oppure è semplicemente il primo indizio che la Casa coreana sta cercando di metter su famiglia attorno al suo suv compatto, trasformandolo in una sorta di capo tribù. Tra poco avremo un’idea più chiara a riguardo.

DUEMILA Altro da aggiungere? Nulla se non  che la Ssangyong Korando Sports avrà in dote un 2.0 litri turbo da 155 cv e 360 Nm di coppia (omologato Euro 5) che dichiara percorrenze intorno ai 15 km con un litro, e che la versione più accessoriata di questo “double cab” non si farà mancare alcuni confort quali i sedili riscaldabili, il tetto panoramico e la connettività USB. Dalle foto degli interni si intravedono anche il cambio automatico e uno schermo al centro della plancia fulcro del sistema di infotainment e della navigazione satellitare.