Autore:
Alessandro Codognesi

GINEVRA MON AMOUR Quest’anno al Salone di Ginevra sfileranno tantissime supercar: Audi R8, Ferrari 488, Aston Martin Vulcan, ce ne sarà davvero per tutti i gusti. E in questa ondata di cavalli, forse, una sconosciuta supercar di origni americane rischia di passare inosservata. Quasi, perché già solo il nome incuriosisce: Scuderia Cameron Glickenhaus SCG 003

DUE PER TUTTI… O QUASI Stando a quanto dice il fondatore statunitense del Team Scuderia Cameron Glickenhaus (che ha portato alla luce oggetti come la Ferrari P4/5 Competizione, tanto per dirne una) ci saranno due versioni della supercar, una dedicata alle corse (SCG 003C) e una invece adatta anche all’utilizzo in strada (SCG 003S) ma entrambe ispirate agli storici prototipi LMP1 e LMP2. Condivideranno il telaio in fibra di carbonio modulare (si può sostituire il motore in pochi istanti) e il motore di derivazione Honda: 3,5 litri V6 biturbo benzina, nella versione da corsa è capace di 530 cavalli a 6.800 giri e 700 Nm a 4.500 giri. Il peso si attesta sui 1.350 chili, distribuiti sugli assi in percentuale 49/51, i cerchi sono da 18” e le sospensioni KW regolabili del tipo push-rod. Non manca un rollbar ad arredare gli interni. La 003C sarà schierata già alla 24 ore del Nurburgring dal 14 al 17 maggio.


TAGS: Salone di Ginevra 2015, tutte le novità