Autore:
Luca Cereda

SARTORIA INGLESE “Un colpo di forbice e zac, via il tetto. Giusto per provare, per vedere l’effetto che fa. Poi se son rose fioriranno” avranno pensato in Land Rover. Ma c’è da augurarselo? La domanda sorge spontanea davanti questa Range Rover Evoque Convertible concept, attesa in anteprima mondiale all’imminente salone di Ginevra.

AD POPULUM Già, Land Rover ci prova. Anzi, ci riprova, sarebbe più corretto dire. Con una mossa simile a quella del DC100 (base della prossima Defender), la Casa britannica mostrerà al pubblico la Evoque senza tetto, per valutarne la futuribilità nonché considerare la possibilità di ampliare a breve la gamma della sua suv più modaiola. Sarà il pubblico del salone a decretare il responso: pollice alto, si fa; pollice verso, nulla di fatto. Se il giudizio dovesse essere positivo i lavori per vedere su strada la Range Rover Evoque Convertible concept richiederebbero circa un paio di anni.

BIG WHEELS Con o senza tetto, la riconosci che è un’Evoque: il taglio sportivo è inconfondibile, magari lo charme non è lo stesso. Alla kermesse elvetica la Range Rover Evoque Convertible concept si presenterà in una mise grigio scuro metallizzato con cerchi da 21’’ pollici e sellerie beige in pelle Lunar. Oltretutto è munita di soft top completamente ripiegabile a scomparsa e di due rollbar retrattili dietro i poggiatesta. E la tecnologia? C’è, almeno tutta quella che serve. Incluse la trazione integrale, il Terrain Response e il sistema di telecamere per la visione periferica.


TAGS: Tutte le novità del Salone di Ginevra 2012, l'elenco aggiornato