Autore:
Andrea Rapelli

Q COME QLOUD Ormai, se non hai un sistema multimediale come si deve – è proprio il caso di dirlo – non vai da nessuna parte. Ora è la volta di Qoros, che presenta l'inedito QorosQloud, destinato a equipaggiare (di serie) tutta la produzione della neonata Casa orientale.

FINESTRA SUL MONDO L'interfaccia, uno schermo touch da 8 pollici incastonato in plancia, si propone di raccogliere tutte le funzionalità di un moderno smartphone: ecco perché il QorosQloud è il primo sistema multimediale per auto ad avvalersi della tecnologia Windows Azure di Microsoft. E ad usare i movimenti di swipe (scorrimento) e tap (tocco) delle dita per rispondere ad una chiamata, chiudere programmi, entrare nei menu...

DIALOGA E NAVIGA Uno dei punti forti del QorosQloud, oltre al software di navigazione integrato – capace di rilevare incidenti o ingorghi sul percorso, calcolando una via alternativa – è il dialogo con i device del proprietario, che siano smartphone, tablet, pc o Mac. Così, il Qloud sarà capace di rammentare gli appuntamenti della giornata e, dulcis in fundo, pianificare la strada, by smartphone, tenendo conto anche di quanto impiegherete a raggiungere a piedi l'auto parcheggiata. Apprezzabile la possibilità di tener in memoria account diversi, per più driver.

SOS Le funzionalità non si fermano qui: oltre ad integrare una funzione SOS, in grado di chiamare i soccorsi dopo un incidente, il QorosQloud v'informa sulla necessità di effettuare il tagliando e permette perfino di prendere l'appuntamento con l'officina. Servizievole...