Autore:
Luca Cereda

FRONTE Non è la stessa Cayenne di prima e per accorgersene basta guardarla in faccia. Con un nuovo frontale, più massiccio e trapuntato di prese d’aria, che va ad accrescere il family feeling con la Macan, debutta online la Porsche Cayenne 2015 prima di mostrarsi dal vivo prossimo Salone di Parigi.

RETRO E’ un restyling di quelli sensibili, quello introdotto dalla Porsche Cayenne 2015. La lista dei ritocchi comprende infatti un leggero lifting ai fari a goccia (con tecnologia a LED o bixeno) e non risparmia il posteriore, dove anche qui l’eco della Macan si fa sentire (guardate, ad esempio, il nuovo paraurti e i terminali di scarico). Ed è un peccato che la Cayenne 2015 non abbia preso dalla sorellina anche le luci posteriori, comunque ridisegnate con una forma più affusolata e ancora spezzate dalla linea del portellone, anch’essa rivista. Nel complesso, però, riesce la missione dei designer di dare alla Cayenne una coda più dinamica e sportiva.

VOLANTE SUPER Negli interni della Porsche Cayenne 2015, la grande new entry è il volante sportivo simil 918 Spyder. Per il resto, si allarga il listino degli optional con l’opzione dei sedili posteriori climatizzati.  

SOTTO IL COFANO Da una revisione completa della gamma motori con potenze a rialzo, esce un listino così configurato. Sul fronte benzina troviamo la Cayenne S 3.6 biturbo da 420 cv (+20) e 550 Nm, la Cayenne S E-Hybrid da 416 cv 590 Nm, capace di far registrare i 3,4 l/100 km nel ciclo di omologazione anche perché può fare da 18 a 36 km in modalità full electric, e ovviamente la Cayenne Turbo da 520 cv e 750 Nm, che accelera da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi. Per i globetrotter ci sono invece le versioni a gasolio: Cayenne Diesel 3.0 V6 da 262 cv e 580 Nm (6,6 l/100 km il consumo dichiarato) e S Diesel V8 da 385 cv e 850 Nm. I prezzi della nuova Cayenne, in Germania, partono da 62.000 euro.


TAGS: salone di parigi 2014 porsche cayenne 2015