Autore:
Luca Cereda

NOTTURNA Nera come Furia, il cavallo del west, la Boxster va più forte. Anche se il merito non è della livrea nera di questa versione speciale, prodotta in serie limitata di 987 esemplari, bensì della potenza del suo motore, aumentata di 10 cavalli. Più potente, ma anche più ricca nell’allestimento, la Porsche Boxster S Black edition bissa l’operazione lanciata qualche settimana fa dalla Casa tedesca con la Porsche 911. Il prezzo non dovrebbe discostarsi molto dai 63.400 euro del listino tedesco.

CONTATA Evidentemente il nero integrale tira, soprattutto tra le auto sportive. Tutta nera la livrea (ma anche roll-bar, prese d’aria e scarichi), tutti neri anche gli interni, con qualche piccola sfumatura. Particolari estetici degni di nota sono i cerchi in lega leggera da 19’’ come quelli della Boxster Spyder, il volante sportivo con finitura in pelle, i poggiatesta marchiati con il logo Porsche. Poi ci sono dei plus nell’equipaggiamento come i fari bixeno con luci a led, una lista completa di pacchetti (Comfort, Infotainment e Design) più il navigatore che, rispetto all’acquisto separato di ciascuno, vengono via a prezzo di saldo. Trattandosi di una serie limitata, non potevano mancare nemmeno targhette specifiche, come quella vicino al cassetto portaoggetti, e la numerazione.

NON BEVE CAFFE’ Oltre all’apparenza, però, c’è anche sostanza: un motore (il 6 cilindri 3.4 litri) maggiorato nella potenza (+10cv) e nella coppia (+10 Nm) per limare il decimo di secondo nello 0-100 che, con la Boxster-Furia, scende a 5,2 secondi grazie a 320 cv disponibili a 7.200 giri. La velocità massima raggiungibile è di 276 km/h, mentre i consumi – dichiarati - si assestano, qui, sulla soglia dei 9,8 l/100 km. In versione automatica – disponibile a prezzo maggiore - con cambio PDK a 7 rapporti, la Porsche Boxster S Black edition guadagna un altro decimo nello 0-100 ma perde un filo di velocità di punta.


TAGS: salone di ginevra 2011