Autore:
Paolo Sardi

RIVOLUZIONE In Porsche hanno fama di essere tradizionalisti e conservatori ma questa volta, per loro stessa ammissione, hanno messo in piedi una vera a propria rivoluzione. La nuova Porsche Boxster 2012 gira pagina rispetto al passato e segna una svolta importante nella storia del modello, visto che dalla sua progenitrice eredita ben poco.

QUESTIONE DI PROPORZIONI La carrozzeria è completamente inedita, così come lo è la piattaforma sottostante. La Porsche Boxster 2012 fa molta più scena sulla strada e appare più piantata sull’asfalto, con un passo allungato, carreggiate maggiorate e cerchi di maggior diametro. Se il colpo d’occhio cambia è però merito anche degli sbalzi ridotti e della diversa posizione del parabrezza, ora leggermente più avanzato. Ciò non toglie comunque che la Boxster 2012 si confermi sin dal primo sguardo come una Porsche Doc, grazie alle caratteristiche prese d’aria frontali, ai sottili Led che ornano il fascione e ai parafanghi muscolosi. L’aria più atletica pare trovare una conferma anche sulla bilancia dove si annuncia una sensibile riduzione del peso.

FAMILY FEELING Il family feeling è evidente anche nell’abitacolo, dove si ritrova l’ormai tipico mobiletto piazzato un po’ in pendenza, che con la sua forma dà continuità alla consolle centrale e migliora l’ergonomia del posto di guida. Quanto ai motori, anche qui c’è uno schema che da solo vale come un marchio di fabbrica, con due unità a sei cilindri boxer. La Boxster “base” adotta ora un 2.7 da 265 cv, mentre la Boxster S monta un 3.4 da 315 cv.

NE VALE LA PENA Per entrambe le versioni è previsto standard un cambio manuale a sei marce ma a richiesta si può avere anche il robotizzato a doppia frizione PDK con sette rapporti. E’ proprio con quest’ultimo che si ottengono le migliori prestazioni, tanto nei consumi (7,7 l/100 km per la Boxster e 8 netti per la Boxster S) quanto nello spunto da fermo (5,7 secondi nello 0-100 per la Boxster e 5 per la S).

I PREZZI La Porsche Boxster 2012 verrà lanciata sul mercato in aprile e per la prima volta sarà equipaggiabile con il sistema Porsche Torque Vectoring, che migliora la motricità, gestendo in modo attivo la ripartizione della forza motrice tra le due ruote posteriori. Quanto infine ai prezzi, il listino si apre appena sotto i 50.000 euro per la Boxster, mentre per la Boxster S si supera di poco quota 61.000.


TAGS: porsche boxster anteprima Tutte le novità del Salone di Ginevra 2012, l'elenco aggiornato