Autore:
Marco Rocca

OMAGGIO A MOBY DICK La famosa banda colorata è un chiaro omaggio a quelle Porsche che negli Anni 70 hanno messo le ruote sull’asfalto di Le Mans per la più classica delle gare di durata. Qualcosa da allora è cambiato, certo, il gigantesco alettone della 935 Moby Dick o il profilo affilato della 917 non ci sono più ma, proprio come allora, torna la livrea Martini Racing a identificare la nuova Porsche 911 Carrera S Martini Racing Edition.

TRE PER NOI Degli 80 esemplari mondo previsti per i mercati Europei, Cinese, Giapponese e dell’America Latina, solo tre saranno destinati a metter le ruote nel nostro Paese. Detto questo, i fortunati che parcheggeranno in garage la 911 Carrera S Martini Racing Edition potranno sceglierla con la livrea bianca o quella nera con decalcomanie Martini per cofano, tetto, alettone posteriore e fiancate.

AERO KIT Come da tradizione di ogni special di Zuffenhausen, la dotazione di serie è particolarmente ghiotta e ricca. A cominciare dall’Aerokit Cup, che mette insieme paraurti anteriore sportivo e ala posteriore fissa, per arrivare al battitacco illuminato con badge dedicato. All’interno, invece, ci sono pannelli in colore carrozzeria, volante sportivo, pacchetto Sport Chrono, sistema multimediale Porsche Communication Management (PCM), hi-fi Bose, fondo tachimetro di colore nero e sedili sportivi in pelle con regolazione elettrica. Alla voce propulsore invece, nulla è stato toccato rispetto a una 911 Carrera S standard da cui la Martini Racing Edition deriva. Il flat six di 3.8 litri aspirato eroga 400 cv coprendo lo 0-100 km/h in 4”1 grazie al cambio PDK e al settaggio Sport Plus. E arriviamo al prezzo, che per il nostro mercato è stato fissato in 145.184 Euro. Forse tanti, è vero, ma sappiate che se non doveste essere tra i fortunati Porsche, attraverso il programma Tequipment, metterà in vendita le decal Martini Racing così come il kit aerodinamico completo.