Autore:
Luca Cereda

SE PIACE PICCANTE Chi avrebbe gradito un po’ più di pepe sulla nuova 308 sarà presto accontentato: al Salone di Parigi debutterà infatti la versione GT, declinata anche in chiave familiare. In arrivo presumibilmente a fine autunno, Peugeot 308 GT berlina e Peugeot 308 GT SW si distinguono per interni ed esterni più sportivi, un assetto un po’ più affilato e motori ad hoc: un 1.6 turbobenzina da 205 cv e 285 Nm abbinato a un cambio manuale a 6 marce e 2.0 turbodiesel BlueHDi da 180 cv e 400 Nm, stavolta abbinato a un automatico a 6 rapporti con palette al volante. I due motori sono disponibili per entrambe le varianti di carrozzeria.

COM’E’ Non serve un grande sforzo per rintracciare nella mischia una Peugeot 308 GT, se la si sceglie del colore di bandiera: quel Blu Magnetic che vedete in foto, riservato dal Leone esclusivamente alla sua compatta in versione sportiva. Aguzzando l’occhio, ma neanche troppo, si notano poi le altre differenze: nella fanaleria, nelle prese d’aria e nel posteriore, dove spiccano il diffusore nero laccato e il doppio terminale di scarico. Più difficile invece notare l’assetto ribassato (di 7 mm all’anteriore e di 10 mm al posteriore), mentre gli interni sono ampiamente personalizzati da dettagli di stampo corsaiolo (come la pedaliera in alluminio) e sellerie  in TEP/Alcantara (di serie) oppure in pelle Club Nappa (optional). Di serie la GT monta poi cerchi da 18’’ diamantati.

MESSA A PUNTO Le sospensioni (anteriori pseudo Mc Pherson, posteriori a traversa deformabile) hanno regolazioni specifiche, irrigidite del 10% all’anteriore e del 20% al posteriore. E anche lo sterzo delle Peugeot 308 GT promette maggiore reattività e consistenza, grazie a una apposita calibratura. Per adeguare a tuttotondo le prestazioni, ecco un impianto frenante con dischi da 330 mm di diametro e pinza flottante da 60 mm all’anteriore e al posteriore dischi da 280 mm (290 per la SW) di diametro. Volendo, l’ESP di serie è disinseribile.  

PRESTAZIONI E CHIP Con una Peugeot 308 GT turbobenzina si va da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi, mentre i consumi medi si assestano sui 5,6 l/100 km. La 308 GT a gasolio arriva invece ad accontentarsi di 4 litri di carburante ogni 100 km ma non sembra mancarle brio, se è vero che la ripresa da 80 a 120 km/h in quinta marcia chiede 5,5 secondi. Entrambe offriranno una buona dose di chip per la sicurezza attiva. Il solo Drive Assistance Pack integra già tre dispositivi: il regolatore di velocità  attivo (che mantiene e adegua automaticamente la velocità in funzione di quella del veicolo che precede, ma è disinseribile) l’allarme rischio collisione e la frenata automatica di emergenza.


TAGS: salone di parigi 2014 peugeot 308 gt