Autore:
Paolo Sardi

MANI D'ORO Quelle di Romeo Ferraris si possono davvero definire mani d'oro. Le macchine elaborate da lui vincono da 45 anni sulle piste, mentre altre, "messe a punto" per clienti bisognosi di curare frequenti pruriti al piede destro, circolano senza dare troppo nell'occhio sulle strade di tutti i giorni. Da qualche tempo, poi, il preparatore milanese classe 1937, si diletta anche con un'altra passione, quella per gli orologi, che lo vede produrre artigianalmente preziosi segnatempo, compreso uno in palladio 950.

GIOCA CON IL LEONE Il buon Ferraris non si è però certo completamente convertito a cronografi e segnatempo in genere. Le quattro ruote restano il core business e l'ultima proposta vede anzi allargarsi gli orizzonti del suo atelier. Dopo essersi cimentato in passato soprattutto con le piccole cilindrate e ultimamente anche con le Ferrari 360 e 430 del Campionato GT, dedica infatti adesso le sue cure anche alla Peugeot 308 Coupé Cabriolet o CC che dir si voglia.

TRUCCATA Stavolta, però, niente schiena curva per mettere la testa dentro il cofano. Se la scoperta francese si può definire "truccata" è più che altro nel senso letterale, del maquillage. Il look by Ferraris è a effetto carbonio per la quasi totalità delle superfici della carrozzeria. A fare da contorno ci sono poi cerchi scuri a cinque razze, in tinta con le coppe degli specchi e con la modanatura che segna la linea di spalla sotto la capote. A completare il quadro c'è poi un assetto sportivo ribassato.

UNA, PER ORA Per il momento la 308 CC firmata Romeo Ferraris è un esemplare unico che Peugeot sta facendo sfilare nelle principali concessionarie italiane. Dopo la prima passerella in via Gallarate presso la Succursale di Milano, è ora la volta dello showroom di via Flaminia a Roma. Chi volesse trasformare così la propria 308 CC può comunque essere accontentato, a un prezzo di 6.000 euro.


TAGS: peugeot romeo ferraris 308 palladio