Autore:
Luca cereda

SENZA FRENI Opel sposta la lancetta del tachimetro 20 km/h in su con questa versione “Unlimited” della Opel Insignia OPC, la Insignia più pepata. Senza ritocchi al V6 2.8 da 325 cavalli che la spinge, la berlina tedesca può ora contare su una velocità di punta superiore, accontentando così la richiesta di numerosi aficionados. Il tutto con la semplice mossa di eliminare la limitazione elettronica della velocità.

270 Senza l’alt! dell’elettronica l’Opel Insignia OPC Unlimited arriva a 270 chilometri orari. Ma salvo scalare più in alto del solito il tachimetro, le sue performance non cambiano rispetto alla Insignia OPC tradizionale (accelera ancora da 0 a 100 in un tempo da 6 a 6,6 secondi, in base al tipo di carrozzeria). E identiche sono anche le caratteristiche tecniche, con la trazione integrale permanente e l’assetto ribassato di 10 mm. Esteticamente parlando, l’Unlimited si distingue invece per le pinze-freno blu laccato e un cruscotto leggermente ridisegnato. Per il lancio di questa nuova versione Opel ha scelto una verniciatura opaca, ma è prevista anche una serie speciale con livrea “matte black” dal look più aggressivo.

ANCHE QUI? Sebbene non sia da escludere un suo possibile debutto in Italia, al momento l’Opel Insignia OPC Unlimited rimane un’esclusiva tedesca e in Germania è già in vendita nelle concessionarie a partire da 48.605 euro (prezzo comprensivo di un corso di guida tenuto dalla Opel stessa). L'ultima creatura dell’ormai collaudato Opel Performance Center porta avanti così una dinastia di versioni sportive di serie delle Opel inaugurata nel 1999. Ecco nel dettaglio la cronistoria delle OPC.

1997: viene fondato l’Opel Performance Centrer (in tre lettere: OPC).

1999: lancio della prima generazione dell’Astra OPC con motore 2.0 aspirato da 180 cavalli: un’edizione limitata a 3000 pezzi venduta nel giro di quattro mesi.

2001: lancio sul mercato della prima generazione di Zafira OPC (con motore 2.0 litri turbo da 200 cv). Ne sono state vendute circa 12.000 unità fino all’uscita del modello, aggiornato nel 2005.

2002: arriva la seconda generazione Astra OPC (con motore 2.0 litri turbo 200 cv) disponibile in versione a tre porte e station wagon.

2004: lancio della gamma OPC.

2005: lancio sul mercato della Astra OPC con motore 2.0 litri turbo da240 cv. Nello stesso anno debutta anche la seconda generazione di Zafira OPC (con motore 2.0 litri turbo da 240 cv) e della Vectra OPC (motorizzata dal 2.8 litri V6 turbo da 255 cv).

2006: è la volta della Meriva OPC (con motore 1.6 litri turbo da 180 cv), mentre la Vectra OPC adotta un 2.8 litri V6 turbo da 280 cv.

2007: lancio sul mercato della Corsa OPC (con motore 1.6 litri turbo da 192 cv). La trasmissione automatica a sei rapporti diventa optional per la Vectra OPC.

2008: esce la serie speciale Astra OPC Nürburgring Edition in edizione limitata.

2009: lancio sul mercato della Insignia OPC, disponibile come berlina e Sports Tourer 4/5-porte con il più potente motore di produzione Opel di tutti i tempi, da 325 cv.


TAGS: review opel insignia opc unlimited