Autore:
Luca Cereda

UFFICIO A BORDO L’uomo si fa sempre più tecnologico e, di tutta risposta, l’auto gli va dietro. Con la diretta conseguenza che l’abitacolo somiglia sempre di più alla nostra scrivania: c’è il telefono, c’è il computer,  c’è pure il touchpad, degno sostituto del mouse. E ad offrirlo come fulcro del sistema di infotainment ormai non sono più solo le auto di lusso, come al Salone di Francoforte ci mostreranno Opel Insignia 2014 e Insignia Cross Tourer.

SI FA IN 4 Rinfrescata da un restyling di metà carriera la prima, al debutto assoluto la seconda, entrambe portano in Renania gli interni aggiornati dell’Insignia. Con un quadro comandi semplificato soprattutto per quanto concerne il clima e l’infotainment (Intellilink), ritocchi al cruscotto con schermo da 8 pollici (standard sulla versione Cosmo) e l’ultima release del navigatore Navi Europa Touch. La vera novità è però che, adesso, chi guida un’Insignia potrà controllare i dispositivi multimediali in quattro differenti modi: con lo schermo touchscreen da 8’’ posto al centro della plancia, con i comandi al volante, con i comandi vocali oppure con il touchpad integrato alla consolle centrale.

SA SCRIVERE Il touchpad della Opel Insignia 2014 e della Insignia Cross Tourer è in grado anche di riconoscere la scrittura leggendo i movimenti delle dita. Quando invece si tratta di selezionare dei tasti o delle voci preimpostate sullo schermo, ad esempio per esplorare le sottosezioni di un menu, basta premere leggermente la superficie a scorrimento, proprio come sui laptop. A Francoforte finalmente scopriremo anche quanto costa questo upgrade, non appena Opel renderà noti i prezzi ufficiali della nuova gamma dell’Insignia.